All’Atelier des Lumières, una ex fonderia nel cuore di Parigi, uno straordinario omaggio all’arte di Gustav Klimt

All’Atelier des Lumières, un ex fonderia di Parigi,  è possibile immergersi nell’arte di Gustav Klimt. Un’enorme sala di 2000m² dedicata alle opere del celebre pittore austriaco, 140 videoproiettori che permettono al visitatore di “entrare” letteralmente dentro sei quadri di Klimt con un emozionante percorso della durata di 30 minuti tra luci e spettacoli audiovisivi.

L’allestimento è la più grande installazione digitale del suo genere al mondo. Oltre le opere dell’artista che ha guidato la “Secessione Viennese”, del quale immancabili le più famose, il bacio, Giuditta, Danae, saranno presenti anche opere di importanti artisti viennesi come Egon Schiele e Friedensreich Hundertwasser, influenzati dall’opera di Klimt.

Prodotto da Culturespaces e creato da Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e Massimiliano Siccardi, con la collaborazione musicale di Luca Longobardi, questo programma artistico inaugurale invita i visitatori ad immergersi nelle opere colorate e luminose di Gustav Klimt, fino all’11 novembre all’Atelier des Lumières a Parigi.