Berlino, mercoledì 14 febbraio si celebra l’eccellenza italiana: in consegna il Premio Comites “L’italiano dell’anno”

Festa italiana, a Berlino, il prossimo 14 febbraio: e non si tratta di un romantico festeggiamento di San Valentino, ma della cerimonia di consegna del Premio Comites “L’italiano dell’anno”, in programma alle ore 19 nel Salone delle Feste dell’Ambasciata d’Italia. Ne dà notizia l’Agenzia internazionale stampa estero.

A ricevere il premio saranno Lisa Mazzi, fondatrice dell’organizzazione no-profit Rete Donne Berlino attraverso la quale promuove l’integrazione delle donne e combatte la violenza di genere, e Andrea D’Addio, promotore di diverse attività e iniziative per gli italiani a Berlino attraverso la sua società Berlin Italian Communication. Ma non mancheranno spazi per l’eccellenza artistica italiana a Berlino: in premio, ai due celebrati, andranno le due opere vincitrici del concorso di arti visive “Un’opera per l’italiano dell’anno”-la fotografia “Deposizione” di Linda Paganelli e l’illustrazione “Berlin Vision #2” di Alessandro Cemolin – e la serata sarà animata dall’intervento musicale del trio di voci italiane femminili “Belle Ciao”.

Lisa Mazzi è a Berlino dal 2013 e qui non solo svolge l’attività di autrice di prosa e lirica sui temi dell’emigrazione, delle donne e della violenza di genere, ma è anche impegnata nel volontariato come socia fondatrice e presidente federale di ReteDonne e.V., associazione per le donne italiane in Germania, e fondatrice nell’ottobre 2013 dell’associazione ReteDonneBerlino, con la quale promuove collaborazioni per progetti socioculturali per l’integrazione delle donne e contro la violenza.

D’Addio, invece, vive a Berlino dal 2009 e scrive di politica, cultura e società per diverse testate italiane e tedesche (tra cui Huffington Post, Panorama, Io Donna, Wired, Repubblica, die Welt) ed è corrispondente per diversi festival del cinema. Nel 2010 apre il blog Berlino Cacio e Pepe, poi rinominato Berlino Magazine. Nel 2015 fonda la società Berlin Italian Communication attraverso la quale organizza diverse iniziative culturali a Berlino tra cui la 72hrs True Italian Food, e fonda la scuola di lingua Berlino Schule. È tra i co-organizzatori dell’Italian Film Festival Berlin e del CinemAperitivo.

Dalla prima edizione del Premio nel 2006, il Com.It.Es Berlino ha premiato ogni anno due connazionali, una donna e un uomo che, a qualsiasi titolo, abbiano contribuito in maniera significativa alla promozione ed alla valorizzazione della cultura e dell’identità italiana nel territorio della Circoscrizione di Berlino. I motivi per l’assegnazione del riconoscimento possono comprendere qualsiasi forma di operato che abbia promosso e valorizzato l’italianità, dal sociale all’artistico, dal culturale all’imprenditoriale, linguistico, sportivo, etc.