Coronavirus in Gran Bretagna, secondo Johnson ritorno alla quasi normalità a luglio. E a breve ristoranti e caffè potrebbero aprire aree all’esterno

Secondo quanto riporta l’Evening Standard, Boris Johnson ha riferito ai parlamentari che spera che il Regno Unito possa tornare alla “quasi normalità” a luglio.

Il Primo ministro inglese ha riferito durante una chiamata che auspica un allenamento accelerato delle restrizioni, ma ha insistito sul fatto che prenderà solo “grandmother steps”, passi prudenti.

Il tutto mentre il sindaco della Greater Manchester, Andy Burnham, ha avvertito su una possibile “frattura dell’unità nazionale” qualora il blocco nel Regno Unito viene rimosso presto, con tassi di infezione più alti in alcune regioni settentrionali rispetto a Londra e nel sud-est.

Boris Johnson ha riconosciuto le frustrazioni per l’allentamento del lockdown e ha chiesto maggiore pazienza mentre il Regno Unito traccia un percorso di ritorno alla normalità.

Un sondaggio pubblicato questo fine settimana ha mostrato l’insoddisfazione del pubblico per la risposta del governo del Regno Unito al Covid-19.

Intanto, stando a quanto riportato dal Sunday Telegraph. secondo i piano del governo ristoranti e caffè potrebbero convertire le aree con posti a sedere all’aperto in bancarelle per servire cibo e bevande ai clienti entro le prossime settimane.