I migliori siti di scommesse dicono no alla guerra e sospendono eventi in Russia

Foto di Mathias P.R. Reding da Pexels

Da Snai a Bet365, gli operatori del betting si schierano e il mondo dello sport raccoglie fondi

La Guerra in Ucraina, cominciata ormai più di un mese, fa sta avendo un impatto in tutti i settori e coinvolge ogni ambito produttivo a diversi livelli. Anche i siti scommesse online e gli operatori di gioco italiani e internazionali hanno intrapreso azioni di diverso tipo, collegate a questa terribile guerra, facendo sentire la propria voce. Più compatto che mai il mondo Occidentale si schiera, ognuno con le proprie modalità, contro un conflitto assurdo, a sostegno del popolo ucraino e delle vittime di questa guerra.

Tra i siti scommesse che si stanno via via impegnando a fare la propria parte per aiutare i rifugiati di guerra c’è Newgioco, brand che fa capo a Multigioco Srl. L’operatore ha reso noto che tutto il margine derivante dalle scommesse speciali sui campionati bielorussi e russi sarà devoluto alle associazioni che operano sul campo per offrire aiuto ai rifugiati di guerra. A sostegno di questa campagna è stato anche diffuso l’hashtag #betforpeace.

I migliori siti di scommesse sportive si stanno impegnando su questo fronte, ciascuno con un’azione diversa che testimonia come anche questo settore, lontano dalle questioni geopolitiche, dica un deciso NO alla guerra. Il portale migliorisitiscommesse.net indica tutti i migliori operatori legali in Italia, attivi anche sul fronte Ucraina.

Da Snai a Bet365, chi si schiera contro la Russia

Tra i primi a schierarsi dalla parte della pace c’è stato un sito di scommesse ai primi posti in Italia. Parliamo di Snai che già all’inizio di marzo ha sospeso tutte le scommesse e gli eventi in calendario in territorio russo. In pratica dal palinsesto Snai sono sparite tutte le competizioni di calcio russo, maschile e femminile, ma anche gli altri sport come tennis tavolo, basket, pallamano, hockey su ghiaccio. Quello che per molti italiani è il miglior sito per scommesse online ha anche cancellato tutti gli eventi che si tengono in Bielorussia, paese direttamente coinvolto nella guerra all’Ucraina.

Anche Leovegas, miglior sito scommesse svedese, con licenza per l’Italia, ha preso la stessa decisione di Snai. Ha infatti sospeso le scommesse su sport nazionali russi e bielorussi. Inoltre il gruppo ha effettuato una cospicua donazione al Comitato Internazionale della Croce Rossa. Il gigante britannico delle scommesse, Bet365, ha deciso di bloccare l’offerta di servizi in Russia, chiedendo di fare lo stesso ai propri partner internazionali. Stop alle scommesse in Russia anche per Happybet, operatore non attivo in Italia, ma con siti scommesse sportive in Germania e Austria.

Il gioco e lo sport a sostegno dell’Ucraina

Il mondo del betting e dello sport si uniscono a tutte le altre voci che da ogni ambito gridano No alla guerra e si attivano con iniziative e raccolte fondi in favore di chi ha perso tutto. Molte associazioni del settore del gaming hanno aderito all’iniziativa “Gaming industry for Ukraine”, contribuendo alla raccolta fondi a sostegno delle vittime di guerra, portata avanti dall’organizzazione Choose for Love. L’iniziativa al momento raccolto circa 260mila sterline. Oggi quando ci si chiede qual è il miglior sito di scommesse online, nella valutazione bisognerà considerare anche l’impegno su questioni importanti come la guerra.

Oltre ai siti scommesse, anche il mondo dello sport in generale e tutto l’indotto si stanno schierando e cercano di fare la propria parte. La Premier League ad esempio ha deciso di sospendere il contratto con la televisione russa Rambler e non trasmette in Russia le partite del massimo campionato inglese. Inoltre ha effettuato una donazione di un milione di sterline a sostegno del popolo ucraino. Un altro modo per a sostegno di chi ha perso tutto.

Anche la Ferrari ha annunciato la sospensione della produzione di auto per il mercato russo. La Casa di Maranello ha inoltre stabilito una donazione di un milione di euro per l’accoglienza dei profughi. Sul miglior sito di scommesse online non mancano gli eventi di tennis. I tornei dello Slam e i tornei WTA, ATP, ITF sosterranno la federazione di tennis ucraina con una donazione di 700mila dollari. Singolare l’iniziativa di Simone Guerra, attaccante del Feralpisalò squadra che milita nella Serie C. Ha trasformato il suo cognome sulla maglia in No Guerra, e dopo la partita l’ha messa all’asta per beneficenza.