Ikea cambia filosofia: dopo Parigi, possibili apertura di negozi “urbani” a Roma e Milano

Il cambio di filosofia commerciale di Ikea, già recentemente sperimentato a Parigi con l’apertura di un negozio in pieno centro, a due passi da La Madeleine, potrebbe presto coinvolgere anche l’Italia, Roma e Milano in particolare.

Dopo aver letteralmente conquistato il Vecchio Continente con l’espansione sotto forma di grandi punti vendita fuori città – spesso abbinati a grandi centri commerciali – ora il colosso svedese sta infatti modificando la propria formula di distribuzione, o quantomeno sperimentando nuove strade.

L’idea di fondo è il concetto per cui la mobilità urbana sta cambiando, il che comporta che, nei grandi centri abitativi, sono sempre più le persone che scelgono di non avere una macchina di proprietà o preferiscono non utilizzarla. Da qui l’idea di store all’interno delle città, che assecondino questo pubblico urbano.

L’esperimento parigino – e, ma solo in parte, quello londinese con l’apertura di uno store a Greenwich – è insomma solo un punto di partenza: probabile, a quanto si apprende, si sperimenti la stessa formula nelle due città italiane. A Roma, in particolare, un test si era già fatto con l’apertura di un pop up store in piazza San Silvestro ed all’interno di Eataly.

Una curiosità sul colosso svedese: sapevate quale è il segreto alla base degli strani quanto ormai tipici nomi dei prodotti di Ikea? A questo link è svelata la soluzione, legata al fondatore della catena, Ingvar Kamprad, scomparso lo scorso anno.