L’architettura dice addio a David Marks: fu il creatore del London Eye

Lo scorso 6 ottobre il mondo dell’architettura ha detto addio a David Marks, l’uomo a cui si deve il progetto del London Eye. Marks, che aveva 64 anni, ha ceduto al termine di una lunga malattia, secondo quanto reso noto dal The Guardian.

Giunto a Londra nel 1972 per studiare alla Architectural Association School in London, Marks proprio tra quelle aule conobbe la moglie e partner professionale Julia Barfield, con la quale fondò lo studio di architettura Marks Barfield Architects ed assieme alla quale hanno ideato alcuni degli scenari architettonici più amati della Gran Bretagna, dal Treetop Walkway, passaggio pedonale sopraelevato ai Kew Gardens, alla British Airways i360, la piattaforma panoramica più alta al mondo, a Brighton; passando, come detto, per il London Eye.

Con i primi schizzi di progetto datati 1993, la ruota panoramica più celebre del mondo prese forma realmente nel 2000, vincendo il concorso per l’opera che fosse il simbolo di Londra nel nuovo millennio. Una scelta azzeccata, a quanto pare, sia per la notorietà del London Eye nel mondo che per l’iconicità immediatamente assunta nell’immaginario collettivo: non a caso, la struttura, con oltre tre milioni di visitatori l’anno, è l’attrazione a pagamento più visitata di Londra.