Le tendenze della Serie A odierna

Il campionato di Serie A 2019-20 è arrivato all’ottava giornata e può già offrire una serie di indicazioni sommarie riguardo il probabile andamento del torneo. In primo luogo vi è l’ennesima conferma della Juventus, prima in classifica con 22 punti su 24 e praticamente mai sconfitta, il che la dice lunga sulla forza della squadra bianconera. In fondo alla classifica c’è invece la Sampdoria del capocannoniere in carica Fabio Quagliarella. L’addio del tecnico Marco Giampaolo è stato dannoso sia per i blucerchiati sia per il tecnico stesso, esonerato  dal Milan dopo pochi mesi di stanza a Milanello per far posto a Stefano Pioli. In questo momento, dunque, l’allenatore si trova senza squadra e la compagine genovese è ultima in classifica con soli quattro punti ottenuti e un misero bottino di quattro reti messe a segno.

In questo momento, dunque, mentre le più popolari scommesse sul calcio online vedono la Juventus nuovamente favorita per la vittoria dello Scudetto e l’Inter immediatamente dietro, una serie di realtà parallele si stanno sviluppando in tutta l’Italia del pallone. Tra le principali vi è la rivalsa a suon di goal di Ciro Immobile, attaccante della Lazio e della nazionale italiana che dopo una stagione dietro ai grandi bomber del campionato si sta imponendo adesso come il centravanti più prolifico del campionato, come testimoniano le nove reti messe a referto in solo otto reti. Questo grande inizio di stagione ha permesso a Immobile di riconquistare anche il posto da titolare di attaccante centrale dell’Italia di Roberto Mancini, già qualificata ai prossimi europei 2020 dopo aver eguagliato il record di nove vittorie consecutive della storica nazionale di Vittorio Pozzo. Spesso criticato per la sua mancanza di efficacia sotto porta nei match importanti o con la maglia della nazionale, il centravanti napoletano è adesso pronto per il salto decisivo, e la sua Lazio con lui.

Nel frattempo l’Inter post Icardi dimostra di essere fatta ad immagine e somiglianza del suo nuovo tecnico, quell’Antonio Conte da sempre bravissimo a far rendere i suoi calciatori nella miglior maniera possibile. Nonostante l’infortunio di Alexis Sanchez, che potrebbe restare fermo per molto tempo, i nerazzurri non sembrano aver accusato il colpo dell’assenza del cileno e della sconfitta in casa contro la Juventus la penultima giornata. Il trionfo per quattro a tre in casa del Sassuolo ha dimostrato che l’Inter può essere molto temibile anche in attacco, dove sia Lukaku sia Lautato Martinez sanno essere incisivi nei momenti giusti. Questi due centravanti, forti e veloci, possono essere la grande speranza di Conte durante questa stagione. Una delle sorprese, o meglio dire conferme, più belle del torneo è senza dubbio l’Atalanta, che dopo aver centrato una storica qualificazione in Champions League l’anno scorso è quest’anno lanciatissima ai piani alti. Adesso al terzo posto, la squadra orobica può contare su un attacco strepitoso, finora il migliore del campionato con 21 reti, che si basa sull’estro di Alejandro Gomez e la potenza e l’efficacia di Duvan Zapata. Anche i due sudamericani si candidano come protagonisti della stagione che verrà.