Oltre il vetro della Gioconda: da ottobre al Louvre la possibilità di ammirare il capolavoro di Leonardo da Vinci in realtà virtuale

Con questo tweet, il Museo del Louvre di Parigi annuncia che, per commemorare il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, presenterà una retrospettiva sull’artista toscano dal 24 ottobre 2019. E che,n occasione di questa mostra-evento , il Louvre per la prima volta, in collaborazione con HTC Vive Arts, offrirà un’esperienza di realtà virtuale per far rivivere la storia della Gioconda, il capolavoro più famoso di Leonardo.

L’esperienza VR One-on-One con la Gioconda consentirà al pubblico di interagire con il tabellone nella realtà virtuale: i visitatori avranno l’opportunità unica di attraversare il vetro protettivo che di solito la protegge, di immergersi in questo capolavoro e vivere un incontro indimenticabile con un’icona affascinante.

Grazie a questo tete-à-tete con la Gioconda, il pubblico potrà scoprire dettagli invisibili a occhio nudo e contemplare uno dei dipinti più famosi al mondo. L’esperimento è basato su un’ultima ricerca scientifica, che ha rivelato le tecniche utilizzate dall’artista nel suo processo di creazione e informazioni sull’identità del modello. I partecipanti saranno in grado di scoprire i segreti di un’opera che ha affascinato e interrogato per generazioni.

Prodotto in stretta collaborazione con i team di conservazione del Museo del Louvre all’interno della grande retrospettiva dedicata all’artista, questa esperienza di realtà virtuale permetterà ai visitatori provenienti da tutto il mondo di contemplare la Gioconda in una nuova luce, e sarà anche disponibile in una versione da casa ovunque tramite VIVEPORT, il catalogo HTC, così come su altre piattaforme.

Il programma Vive Arts è specializzato in tecnologie d’avanguardia per trasformare l’esperienza culturale e realizzare progetti innovativi accessibili in tutto il mondo. Vive Arts lavora per l’innovazione digitale, collaborando con rinomati artisti, musei e istituzioni culturali per sviluppare opere immersive e mostre sostenute da tecnologie innovative. Dal suo lancio nel 2017, Vive Arts ha creato quasi 40 partnership con importanti istituzioni e organizzazioni culturali, tra cui la Tate Modern di Londra, il Musée d’Orsay e il Musée de l’Orangerie di Parigi, il Museo Americano di storia naturale a New York, il National Palace Museum di Taipei, l’ArtScience Museum di Singapore e, più recentemente, la Biennale di Venezia 2019.