Diventa operativo il FLAG Costa d’Argento per la pesca

Riceviamo e pubblichiamo

E’ avvenuta ieri mattina in Regione Toscana a Firenze la firma della convenzione per lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca e di acquacoltura, tra la Direzione Generale Agricoltura e Pesca della Regione stessa, rappresentata dall’assessore Marco Remaschi e il Gruppo di Azione locale nel settore pesca denominato “Costa d’Argento” . Presente il sindaco di Monte Argentario Arturo Cerulli che ha firmato l’atto in qualità di rappresentante del Comune capofila del Flag Costa d’Argento, accompagnato dal consigliere delegato alla pesca Alessandro Roncolini. Una firma importante che vale più di un milione di euro per lo sviluppo delle attività di pesca e acquacoltura nel comprensorio della Costa d’Argento. E’ questo il senso della convenzione sottoscritta e che rende operativi i finanziamenti comunitari al Gruppo d’azione locale formato da soggetti pubblici e privati e operanti nella costa sud della Toscana.

Il Gruppo di Azione Costiera del “Flag Costa d’Argento” riunisce infatti, in un progetto comune di sviluppo legato ad attività nel campo della pesca, dell’acquacoltura, del turismo e con il fine di creare ulteriori opportunità imprenditoriali ed occupazionali, i territori di quattro Comuni costieri : Monte Argentario, Orbetello, Capalbio e Isola del Giglio. Il progetto presentato da questo Flag si è aggiudicato il primo posto nella classifica regionale e potrà quindi beneficiare per il suo sviluppo di risorse pubbliche per 1,4 milioni di euro.

Grande soddisfazione ha espresso il delegato alla pesca del Comune, nonché Presidente del Flag “Costa d’argento”, Alessandro Roncolini, che ha promosso la costituzione del Flag e si è impegnato fin da subito a rendere operativo questo progetto che oggi si concretizza con la firma “ Siamo finalmente giunti al termine dell’iter e a breve potremo disporre del finanziamento che ci siamo aggiudicati collocandoci primi nel bando regionale. Abbiamo fatto un lavoro di squadra con gli altri Comuni e in sinergia con le attività di pesca e itticoltura e le associazioni locali, sono certo che con lo stesso entusiasmo ed impegno continueremo a lavorare insieme per far diventare realtà quanto ipotizzato all’inizio del percorso. Mi corre l’obbligo in questo momento ringraziare il dottor Lucio Luzzetti, segretario generale del Comune di Monte Argentario per quanto ha fatto finora e quanta dedizione e competenza ha speso in questo progetto.”

Adesso l’ufficio del Flag provvederà, in accordo con la Regione Toscana, tramite bandi pubblici a erogare i fondi comunitari assegnati per finanziare progetti e sostenere attività di valorizzazione del prodotto ittico, iniziative di integrazione della filiera e di promozione, azioni per l’ammodernamento delle strutture e finanziare progetti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>