Leoncelli: “Paulownia, via alla sperimentazione pubblica”

Riceviamo e pubblichiamo

Paulownia“Meglio noto come l’albero della Principessa, la Paulownia sembra garantire ottimi guadagni con un modesto investimento iniziale. Per questo motivo, l’Università Agraria in partnership con Il Consorzio di Bonifica e l’ARSIAL, procederà all’impianto sperimentale su due Ettari in località Vallilarda”. Spiega il Vicepresidente Maurizio Leoncelli.

“Pianta a rapido accrescimento ideale per la produzione di legno di pregio, capace di raggiungere un’altezza di 15-18 metri in soli tre anni. Nella sperimentazione escluso l’uso per le biomasse. La pianta brevettata, è un clone, ma non è un OGM, è frutto di selezione genetica naturale. L’investimento iniziale è di 600 piante per Ettaro con un costo pari ed Euro 5000. Dopo i primi sei mesi si procede a taglio tecnico. La società che fornisce le piante si impegna anche al ritiro del legname.

Dopo i primi tre anni si ha il primo taglio commerciale con un utile garantito pari a 20.000 Euro. Dopo altri 3 anni l’utile sale a 24.000 Euro, al nono anno garantiti altri 30.000 Euro, oltre 10.000 come premio di produzione, con opzione per altri nove anni. Con cinque mila Euro di investimento, previsti utili per 84.000 Euro più altri 6 mila quando si decide di bonificare il fondo dalle radici. Previsti finanziamenti specifici con la BCC Costa d’Argento Credito Cooperativo.

La distanza di piantumazione degli alberi, quattro metri, non impedisce la coltivazione di altri ortaggi o vegetali sul terreno sottostante. In più i fiori dell’albero sono ottimali per l’apicoltura, stimati circa 700/800 Kg di miele ad Ettaro. Numeri che saranno testati nella loro interezza da un Ente Pubblico per futuri sviluppi nell’agricoltura privata. Nel Comune di Montalto già visibili i primi impianti”.

8 commenti su Leoncelli: “Paulownia, via alla sperimentazione pubblica”

  • Ma come si fa a tenere in disparte certe eccellenze di gestione pubblica.
    In dieci anni farà diventare l’Università Agraria milionaria.
    W Leoncelli
    W la Paulownia

    E pensare che molti agricoltori sono costretti a passare per le banche stante la crisi dell’agricoltura.

    Perché non si propone come consulente agrario anche per i privati? Li potrebbe sollevare dalle sofferenze economiche in cui si trovano ed una volta per tutte convincerli ad abbandonare le ormai improduttive coltivazioni di grano, pomodori, meloni, cocomeri e via discorrendo.
    Penso che il personaggio si debba tenere nella dovuta considerazione anche per le prossime elezioni della Cooperativa Pantano……. prima che Renzi non ce lo rubi per incarichi governativi.

    [Apprezzato :)] Thumb up 16 Thumb down 4

  • " quello che non conta niente " ha scritto:

    @ utente,
    sei solo capace di criticare le persone, o sei pure capace di argomentare le critiche che fai ?

    [Non apprezzato] Thumb up 2 Thumb down 9

  • @” quello che non conta niente ”
    Perdonami se ribatto con una domanda, ti sembra possibile che un personaggio politico, del tutto estraneo alla materia trattata, esponga una paginetta sulla ….( scusa ma devo rivedere come si chiama la pianta perché non riesco mai a ricordarmene il nome) …. paulownia copiata da chissà dove e ricca di indicazioni tecniche, sostenendo che è la soluzione a tutti i problemi dell’agricoltura e che farà avere entrate economiche all’ente fuori da qualsiasi realtà?
    Ma con quei guadagni prospettati non credi che avrebbero ricoperto il territorio nazionale di paulownia?
    Permettimi almeno di essere un pochino sarcastico e trasferire il discorso ad un livello scherzoso.
    Non credo di aver offeso nessuno a meno che qualcuno non abbia la coda di paglia.
    Del resto se Leoncelli ha dimostrato molta intelligenza nel “comprendere” il senso goliardico dell’articolo non capisco perché tu, anonimo difensore d’ufficio, non abbia dimostrato altrettante intelligenza.
    A meno che non sei interessato alla questione
    In ogni caso buona domenica e stai sereno.

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 3

  • @ Utente: sei troppo giusto…Leoncelli si informa e spiega, se per te ha detto stupidaggini spiega perche’. Leoncelli non ha detto che e’ la soluzione a tutti i problemi, anzi l’UA sperimenta per verificare i numeri garantiti con contratto. A Montalto e’ pieno tutti cretini? Quanto a Pantano e Consorzio Leoncelli potrebbe difficilmente fare peggio di chi c’e’.

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 6

  • Leon, ma sei parente anonimo di ” quello che non conta niente ” ?
    Perché solo così si spiegherebbe tutto.

    A Montalto c’è sicuramente gente intelligente, come a Tarquinia, forse cambiano le percentuali.
    Non per niente ha vinto un’ amministratore di centro destra. Già quello la dice lunga.
    Per non parlare poi della visibilità che la cittadina sta acquistando in termini di provvedimenti finalizzati alla cultura, al turismo, all’agricoltura, allo sfruttamento del patrimonio archeologico ecc..
    E stai pur certo che il merito è dell’amministrazione, non del caso ne tanto meno della paulownia.
    Circa il fatto d’essere giusto, lasciamo questa prerogativa a Salomone. Io sono umano e come tale fallibile. E ne ho consapevolezza.
    Ora perdonami ma ho impegni più urgenti e ti debbo lasciare.
    Buona domenica.

    Thumb up 3 Thumb down 3

  • " quello che non conta niente " ha scritto:

    @ utente , buona domenica anche a te, e ora finiti i convenevoli,
    passiamo ai fatti, credo che leoncelli avrebbe potuto evitare le cifre, ma se due enti pubblici, Università Agraria e Consorzio di Bonifica, insieme, sperimentano e verificano, se è vero quanto promesso dalla ditta che commercializza i cloni della paulownia, a mio parere fanno una cosa positiva. @ leon, condivido con te: al Consorzio di Bonifica, difficilmente si potrebbe fare peggio. L’ente è allo sbando, . Lo scempio più grande, il presidente lo sta facendo, cedendo a privati l’uso della condotta adduttrice per produrre energia elettrica, senza aver verificato se era possibile per l’ente la realizzazione diretta degli impianti, non considerando il rischio di possibili interferenze con l’irrigazione, e senza aver dato incarico al direttore di verificare, se nell’area dove sorgeranno i manufatti, vi sia ancora rischio esondazione del Marta, visti i tanti lavori di consolidamento della condotta in quei luoghi già fatti.

    [Apprezzato :)] Thumb up 5 Thumb down 1

  • Curioso

    In pratica hanno trovato il rimedio alla crisi economica ed agricola???

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 3

  • utente

    Ma come si fa a tenere in disparte certe eccellenze di gestione pubblica.
    In dieci anni farà diventare l’Università Agraria milionaria.
    W Leoncelli
    W la Paulownia

    E pensare che molti agricoltori sono costretti a passare per le banche stante la crisi dell’agricoltura.

    Perché non si propone come consulente agrario anche per i privati? Li potrebbe sollevare dalle sofferenze economiche in cui si trovano ed una volta per tutte convincerli ad abbandonare le ormai improduttive coltivazioni di grano, pomodori, meloni, cocomeri e via discorrendo.
    Penso che il personaggio si debba tenere nella dovuta considerazione anche per le prossime elezioni della Cooperativa Pantano……. prima che Renzi non ce lo rubi per incarichi governativi.

    [Apprezzato :)] Thumb up 16 Thumb down 4

  • Paulonia Democratica

    Investimenti e risorse future….Leoncelli spiegalo al Comune che mette solo tasse

    [Apprezzato :)] Thumb up 15 Thumb down 1

  • ” quello che non conta niente “

    @ utente,
    sei solo capace di criticare le persone, o sei pure capace di argomentare le critiche che fai ?

    [Non apprezzato] Thumb up 2 Thumb down 9

  • utente

    @” quello che non conta niente ”
    Perdonami se ribatto con una domanda, ti sembra possibile che un personaggio politico, del tutto estraneo alla materia trattata, esponga una paginetta sulla ….( scusa ma devo rivedere come si chiama la pianta perché non riesco mai a ricordarmene il nome) …. paulownia copiata da chissà dove e ricca di indicazioni tecniche, sostenendo che è la soluzione a tutti i problemi dell’agricoltura e che farà avere entrate economiche all’ente fuori da qualsiasi realtà?
    Ma con quei guadagni prospettati non credi che avrebbero ricoperto il territorio nazionale di paulownia?
    Permettimi almeno di essere un pochino sarcastico e trasferire il discorso ad un livello scherzoso.
    Non credo di aver offeso nessuno a meno che qualcuno non abbia la coda di paglia.
    Del resto se Leoncelli ha dimostrato molta intelligenza nel “comprendere” il senso goliardico dell’articolo non capisco perché tu, anonimo difensore d’ufficio, non abbia dimostrato altrettante intelligenza.
    A meno che non sei interessato alla questione
    In ogni caso buona domenica e stai sereno.

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 3

  • Leon

    @ Utente: sei troppo giusto…Leoncelli si informa e spiega, se per te ha detto stupidaggini spiega perche’. Leoncelli non ha detto che e’ la soluzione a tutti i problemi, anzi l’UA sperimenta per verificare i numeri garantiti con contratto. A Montalto e’ pieno tutti cretini? Quanto a Pantano e Consorzio Leoncelli potrebbe difficilmente fare peggio di chi c’e’.

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 6

  • utente

    Leon, ma sei parente anonimo di ” quello che non conta niente ” ?
    Perché solo così si spiegherebbe tutto.

    A Montalto c’è sicuramente gente intelligente, come a Tarquinia, forse cambiano le percentuali.
    Non per niente ha vinto un’ amministratore di centro destra. Già quello la dice lunga.
    Per non parlare poi della visibilità che la cittadina sta acquistando in termini di provvedimenti finalizzati alla cultura, al turismo, all’agricoltura, allo sfruttamento del patrimonio archeologico ecc..
    E stai pur certo che il merito è dell’amministrazione, non del caso ne tanto meno della paulownia.
    Circa il fatto d’essere giusto, lasciamo questa prerogativa a Salomone. Io sono umano e come tale fallibile. E ne ho consapevolezza.
    Ora perdonami ma ho impegni più urgenti e ti debbo lasciare.
    Buona domenica.

    Thumb up 3 Thumb down 3

  • ” quello che non conta niente “

    @ utente , buona domenica anche a te, e ora finiti i convenevoli,
    passiamo ai fatti, credo che leoncelli avrebbe potuto evitare le cifre, ma se due enti pubblici, Università Agraria e Consorzio di Bonifica, insieme, sperimentano e verificano, se è vero quanto promesso dalla ditta che commercializza i cloni della paulownia, a mio parere fanno una cosa positiva. @ leon, condivido con te: al Consorzio di Bonifica, difficilmente si potrebbe fare peggio. L’ente è allo sbando, . Lo scempio più grande, il presidente lo sta facendo, cedendo a privati l’uso della condotta adduttrice per produrre energia elettrica, senza aver verificato se era possibile per l’ente la realizzazione diretta degli impianti, non considerando il rischio di possibili interferenze con l’irrigazione, e senza aver dato incarico al direttore di verificare, se nell’area dove sorgeranno i manufatti, vi sia ancora rischio esondazione del Marta, visti i tanti lavori di consolidamento della condotta in quei luoghi già fatti.

    [Apprezzato :)] Thumb up 5 Thumb down 1