#Montalto2017 – Lucherini presenta la propria squadra: “Una politica che costruisce anziché distruggere”

Riceviamo e pubblichiamo

Dopo una mattinata di pioggia, davanti ad una piazza affollata il candidato sindaco Alessandro Lucherini incontra i cittadini presentando la sua squadra di governo per le prossime elezioni comunali: una lista di persone unite dalla determinazione e che ha creduto fortemente in un progetto unitario che presti ascolto alle esigenze di ogni singolo cittadino.

Alessandro Lucherini guiderà la lista civica “Un’altra storia” verso l’11 giugno con l’entusiasmo di chi guarda al futuro consapevole di aver intrapreso un percorso concreto ed appassionato condiviso con tutti i cittadini, una condivisione nata dall’ascolto reale di tutta la popolazione.
Dopo l’intervento di apertura di Lucherini che ringrazia tutti i presenti per la grande partecipazione e per la fiducia dimostrata alle primarie, la parola passa ai 12 candidati che si raccontano con visibile emozione. Quinto Mazzoni, Eleonora Sacconi, Fabrizio Plini, Riccardo Cocozza, Delfina Bellucci, Mauro Mariani, Luigi Rita, Stefania Cecconi, Daniela Scatolini, Gloria Truppi, Mario Forense ed Alessandro Margi: questi sono i volti delle persone che compongono la lista “Un’altra storia”.

Il filo conduttore di ogni intervento è la voglia di pacificazione sociale, la richiesta di un clima sereno figlio di una politica che non si vende e non si vendica ed il bisogno di voltare realmente pagina; le parole dei candidati toccano tutti i settori: dall’agricoltura al turismo, dall’istruzione alla cultura, dal sociale alla sanità, dall’edilizia alle politiche giovanili fino alla centralità dei finanziamenti europei per concretizzare le idee proposte.

Si percepisce chiaramente che per il candidato sindaco Lucherini ed il suo gruppo, “Un’altra storia” non sia solamente uno slogan ma sia l’attitudine che distingue chi crede in una politica che volga al futuro anzichè rimanere ancorata al passato, è l’ottimismo di chi vuole lavorare per unire, è il coraggio di chi si mette al servizio di una politica che costruisca anzichè distruggere.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>