#Tarquinia2017 – Mencarini: “Smentisco le illazioni circolate in questi giorni”

Riceviamo e pubblichiamo

Mi ero ripromesso di non farlo, ma le illazioni che stanno girando sul mio conto ad opera di qualcuno mi impongono di fare chiarezza una volta per tutte e mi auguro di non dover più ritornare su questi argomenti.

Innanzitutto le mie aziende sono una realtà solida sul territorio e non hanno bisogno di alcun sostegno esterno, pertanto a tutti coloro che ritengono che io abbia interessi personali consiglio di verificare i dati e visionare i bilanci certificati e depositati presso la Camera di Commercio.

Inoltre, per mettere a tacere una volta per tutte le dicerie che mi vedrebbero coinvolto in fantomatici conflitti di interesse per quello che riguarda la fornitura di gas, faccio presente che le mie società hanno 7mila utenze tra Lazio, Umbria e Toscana, di cui solamente 150 a Marina Velka e 10 al Lido di Tarquinia, numeri ben lontani da quel “monopolio” che mi viene falsamente attribuito e che non ha condizione di esistere.

La mia candidatura, dunque, è al di fuori di qualsiasi interesse, se non quello esclusivo e collettivo della comunità cittadina, ed è mia intenzione apportare in Amministrazione una gestione imprenditoriale di cui la mia storia è testimone.

Le Amministrazioni precedenti non hanno mai avuto interesse a risolvere il problema della metanizzazione del Lido, di Marina Velka e della zona artigianale, al contrario io mi impegnerò ad affrontare ed a risolvere il problema fin dal primo giorno della mia elezione.

Infine voglio smentire categoricamente qualsiasi diceria che mi vede in accordo con altri Candidati Sindaci che hanno già dato prova di non essere all’altezza di amministrare una Città. La scelta di candidarmi nasce solo ed esclusivamente dall’amore che nutro per Tarquinia e dall’esigenza di riportare la nostra Città ai livelli che merita e che le competono. Tutto questo è possibile soltanto con un vero cambiamento.

Pietro Mencarini

15 commenti su #Tarquinia2017 – Mencarini: “Smentisco le illazioni circolate in questi giorni”

  • Ci vuole coraggio ha scritto:

    Tutti si lamentano
    Sbraitano,contro la politica attuale sia locale che nazionale
    Ora che abbiamo un imprenditore vero
    Che da anni fa lavorare tante famiglie di tarquinia
    Vogliamo votare ancora questa casta di politici
    Per favore fate pace con il cervello
    Forza Pietro

    [Non apprezzato] Thumb up 34 Thumb down 36

  • Forza Pietro ha scritto:

    Come dire…. quando non si sa che cosa raccontare si gioca a infangare il più forte!
    Per Pietro Mencarini parlano i fatti e la sua storia umana e imprenditoriale le chiacchiere da bar lasciamole agli altri…

    [Non apprezzato] Thumb up 31 Thumb down 28

  • Super partes ha scritto:

    Di sicuro non c’è disinteresse alle tue spalle, né da parte tua né da parte di chi ti sorregge.
    Sei solo un “personaggio” posto in cima ad un castello di carta da chi deve arrogarsi potere a scapito di noi cittadini.
    State già litigando tra voi per avere l’assessorato più potente. Fallo lavorare in campagna Catini invece di dargli tanto potere!

    [Apprezzato :)] Thumb up 43 Thumb down 30

  • I soliti filantropi…vogliono avere la poltroncina non per i propri interessi, ma per il bene dei cittadini….ma fateci il piacere…..

    [Apprezzato :)] Thumb up 32 Thumb down 13

  • Invidioso ha scritto:

    La macchina del fango è sempre contro chi con le proprie forse , senza chiedere niente a nessuno riesce ad emergere
    Sarà che c’è un po’ d invidia nei tuoi confronti?

    [Non apprezzato] Thumb up 14 Thumb down 28

  • Tutto si può dire meno che Pietro Mencarini, si sia candidato per motivi di interesse personale.
    Semmai, per interesse personale avrebbe fatto meglio a restarsene dentro le sue aziende, che in un momento storico come questo avrebbero bisogno della presenza costante di lui, come potrebbe farne a meno il Comune. Quindi prima di chiacchierare a vanvera la “gentarella” farebbe meglio a tacere!

    [Non apprezzato] Thumb up 17 Thumb down 22

  • Bravo pietro
    Io sono di Pesaro
    Ho avuto piacere di conoscere il sig mencarini
    Vi posso dire che vi dovete fidare dell’innovazione
    Scelta giusta
    Saluti

    [Non apprezzato] Thumb up 11 Thumb down 18

  • Super partes ha scritto:

    @Pietro

    Praticante un altro benefattore che, per puro altruismo e bontà d’animo, si candida a paladino della città rischiando di mandare in malora le proprie aziende e i propri interessi pur di fare del bene a 16 mila persone che neanche conosce.
    Ma fammi il piacere…. ma pensate davvero che siamo ancora scemi?
    Ci stiamo svegliando da un pezzo

    [Apprezzato :)] Thumb up 14 Thumb down 8

  • Clisopompo ha scritto:

    @Dove sta?

    Fanucci, se ancora non l’hai capito, è già da un pezzo che ha dato forfait. Aggiornati.

    [Apprezzato :)] Thumb up 8 Thumb down 3

  • Cittadino convinto ha scritto:

    Con tutte le aziende di sua proprietà che da lavoro a molti cittadini come farà a stare in Comune?
    Farà come i molti assenteisti beccati da tv faccia il suo lavoro lasci il posto a chi dedica veramente il suo tempo per una politica ordinata priva di assenteisti e che pensa a risolvere i problemi del paese forse anche i suoi.
    Massimo rispetto per il suo successo imprenditoriale tra i pochi ad avere numerosi dipendenti al giorno d oggi

    Thumb up 1 Thumb down 2

  • per Cittadino Convinto

    Dalla quarta di copertina del libro “Sindaci imprenditori”
    Collana: Problemi aperti
    Autore: Roberto Basso
    2009, pp 162

    “La politica italiana è sempre più distante dai cittadini e sempre più simile a una casta incapace di fermare la deriva del Paese. L’Italia è però ricca di anticorpi ben distribuiti e diffusi in quella provincia che viene evocata tanto spesso quanto poi ignorata nelle scelte strategiche.
    Tra gli ottomila campanili sparsi lungo la Penisola si trovano più di 300 sindaci con una storia imprenditoriale alle spalle. Persone che hanno deciso di mettere la propria esperienza alla prova della carica elettiva più diretta e più responsabilizzata nel nostro panorama istituzionale. Sono“primi cittadini” che si confrontano quotidianamente con i bisogni della comunità in cui vivono. Amministratori prima che politici. Uomini e donne che mettono passione in ciò che fanno e si emozionano davanti al frutto semplice del loro lavoro: la riconoscenza dei concittadini.
    Sindaci imprenditori racconta attitudini individuali ma anche un modello virtuoso di rapporto tra gli italiani e le loro istituzioni. Parla di leadership, partecipazione, pragmatismo, libertà intellettuale, spirito di servizio. Perché viaggiando da Trieste a Lecce, tra Velletri, Olbia e Lecco, dalla Campania al Piemonte, si trova un patrimonio di competenze e soprattutto di valori ben radicati ai quali attingere un po’ di ottimismo per far ripartire la società italiana.”
    D’altronde le ricordo che Riccardo Illy, l’imprenditore del caffè, viene ancora considerato uno dei migliori sindaci che abbia avuto Trieste. E non era certo di destra, come invece lo è l’attuale presidente degli USA, vale a dire, non l’amministratore di una cittadina di 18.000 abitanti, ma della nazione più potente del mondo.

    Thumb up 1 Thumb down 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>