#Tarquinia2017 – Una Primavera per Tarquinia candida a sindaco Isabella Alessandrucci

Riceviamo e pubblichiamo

Una Primavera per Tarquinia ha scelto il proprio candidato Sindaco. Si tratta di Isabella Alessandrucci. Nata a Ronciglione, 44 anni, residente a Tarquinia dove vive da anni. Mamma, moglie, avvocato, docente universitario presso la Facoltà di Giurisprudenza.

La persona di Isabella riassume in sé tutte quelle caratteristiche che l’assemblea di “Una Primavera per Tarquinia” ha individuato con un processo aperto alla discussione e, nello stesso tempo, estremamente ponderato su alcuni presupposti più volte auspicati, quali la preparazione e un’età capace di propagare energia e dare vigore alle proposte politiche; ultima, ma non ultima, una visione femminile per un approccio alternativo alle problematiche che gravano sul territorio.

Crediamo fortemente a questa candidatura che è figlia di una proposta approvata alla unanimità dai partecipanti alla recentissima assemblea, i quali, precedendo lo scioglimento della riserva sull’investitura a cui Isabella si era resa, comunque, disponibile, hanno voluto esprimere, individualmente, il loro pieno appoggio e sostegno alla neo candidata Sindaco.

Con la consapevolezza delle responsabilità che conseguono all’accettazione di tale carica, Isabella ha voluto immediatamente rimarcare la volontà collettiva di proseguire il lavoro già svolto nella elaborazione della “Proposta di modifica dello Statuto comunale” con un’azione tesa a raggiungere il traguardo che questa proposta diventi, effettivamente, parte integrante dello Statuto vigente.

In tal senso, i comitati costituitisi appositamente, sono già all’opera per illustrare con i migliori strumenti quanto il “nuovo Statuto” possa incidere positivamente su numerosi aspetti della vita cittadina e di come la Comunità, unica e vera interlocutrice del progetto politico “Una Primavera per Tarquinia”, possa riappropriarsi del diritto di poter contare oltre il momento del voto.
la Cittadinanza Attiva deve camminare con le proprie gambe!

Cesare Maria Celletti
In nome e per conto di “Una Primavera per Tarquinia”

53 commenti su #Tarquinia2017 – Una Primavera per Tarquinia candida a sindaco Isabella Alessandrucci

Navigazione commenti

  • Guarisco abusa dei …………. come Gambetti delle virgole.
    Complimenti.
    Riguardo il suo riscuotere ancora molto consenso politico, tra un cambio di partito e l’altro, medaglia d’oro olimpico del salto della quaglia, preferisco non commentare che è come sparare sulla croce rossa.

    Invece a tutti i rompi maroni che si rodono il fegato e si fanno venire i conati di vomito a causa di questo abuso dell’anonimato nei commenti, vorrei ricordare che la possibilità di commentare anonimamente è nata contestualmente a questo bel giornale online, ed è stata abbondantemente difesa e spiegata da chi di questo giornale ne è responsabile.
    Per cui se vi da tanto ribrezzo e fastidio l’uso dei nickname, siete liberi de levavve dalle “cosiddette” e andà a firmavve li commenti da qualche altra parte, così sapete tutti chi siete e siete felici e soprattutto nun state tutti i giorni a facce la paternale, che tanto da na parte ce entra, e da n’altra (più in basso) ce esce. 😉
    .come la diarrea.

    Thumb up 2 Thumb down 3

  • plebiscito ha scritto:

    mamma mia, quante banalità. Speravo di trovare spunti interessanti di riflessione. Invece solo “critiche distruttive”. Incomprensibili tra l’altro e che non evolvono in conclusioni.
    Lo Statuto invece è davvero interessante! Forza Isabella Alessandrucci!

    Thumb up 1 Thumb down 0

Navigazione commenti

  • Ezechiele

    Lucio Ma’ così però si capisce che sei de citavecchia no?

    Thumb up 1 Thumb down 0

  • Ano Nimo

    Guarisco abusa dei …………. come Gambetti delle virgole.
    Complimenti.
    Riguardo il suo riscuotere ancora molto consenso politico, tra un cambio di partito e l’altro, medaglia d’oro olimpico del salto della quaglia, preferisco non commentare che è come sparare sulla croce rossa.

    Invece a tutti i rompi maroni che si rodono il fegato e si fanno venire i conati di vomito a causa di questo abuso dell’anonimato nei commenti, vorrei ricordare che la possibilità di commentare anonimamente è nata contestualmente a questo bel giornale online, ed è stata abbondantemente difesa e spiegata da chi di questo giornale ne è responsabile.
    Per cui se vi da tanto ribrezzo e fastidio l’uso dei nickname, siete liberi de levavve dalle “cosiddette” e andà a firmavve li commenti da qualche altra parte, così sapete tutti chi siete e siete felici e soprattutto nun state tutti i giorni a facce la paternale, che tanto da na parte ce entra, e da n’altra (più in basso) ce esce. 😉
    .come la diarrea.

    Thumb up 2 Thumb down 3

  • plebiscito

    mamma mia, quante banalità. Speravo di trovare spunti interessanti di riflessione. Invece solo “critiche distruttive”. Incomprensibili tra l’altro e che non evolvono in conclusioni.
    Lo Statuto invece è davvero interessante! Forza Isabella Alessandrucci!

    Thumb up 1 Thumb down 0