Cultura e turismo, dal 21 al 28 luglio a San Gimignano lo Skyline Festival

Riceviamo e pubblichiamo

Saranno le performance di due artisti come Michael Nyman (il 23 luglio) e Sarah McKenzie (il 21 luglio) ad imprimere quel tocco di internazionalità alla seconda edizione dello Skyline Festival di San Gimignano. La rassegna (patrocinata dalla Regione), che è in programma dal 21 al 28 luglio prossimi in uno dei borghi toscani più suggestivi, è stata presentata stamattina a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze. Sono intervenuti l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, quello alla cultura del Comune di San Gimignano Carolina Taddei ed il direttore artistico del Festival Pier Paolo Tognocchi.

“San Gimignano – ha dichiarato l’assessore Ciuoffo – è un borgo conosciuto nel mondo, un gioiello della Toscana. Una delle mete preferite da milioni di turisti che arrivano qui. Sicuramente quella che maggiormente incarna l’immaginario del piccolo borgo italiano. San Gimignano unisce storia, arte e cultura con un’iniziativa basata principalmente sulla musica, ma con una capacità di legare intimamente tutto questo con un’idea di offerta turistica basata sulla qualità. Questa seconda edizione del Festival si fonde con questa idea di accoglienza, ospitalità e piacevolezza dei borghi e delle piazze toscani. Lo fa cercando di focalizzarsi su un certo tipo di turismo, più attento e consapevole, colto. Senza però creare qualcosa di elitario, perché la cultura è sinonimo di consapevolezza e conoscenza, valori c he appartengono a tutti. Insomma, un’idea di turismo connessa ad un’offerta culturale, complessa e per certi tratti irripetibile, che vorremmo sollecitare e che lo Skyline Festival propone e promuove”.

Qualche breve indicazione sul programma (informazioni più dettagliate sono disponibili tra le risorse correlate, con il comunicato completo degli organizzatori). L’apertura del Festival, il 21 luglio alle 21.30 in Piazza Duomo, è affidata al concerto di Sara McKenzie, cantante e pianista australiana, che presenterà il suo nuovo album “Paris in the rain”. Il 23 luglio l’altro piatto forte della rassegna (sempre alle 21.30 in Piazza Duomo), con il concerto di Michael Nyman, uno dei massimi compositori viventi, universalmente conosciuto per la colonna sonora di ‘Lezioni di Piano’ di Jane Campion’s, premiato con tre Oscar e tre milioni di album venduti. Opera protagonista invece il 24 luglio, ancora alle 21.30 in Piazza Duomo, con ‘La traviata’ di Giuseppe Verdi, tre atti su libretto di Francesco Maria Piave. Sul palco prestig iosi interpreti come Giorgio Casciarri (Alfredo), Sara Cervasio (Violetta), Carlo Morini (Giorgio). Dirige, orchestra e coro Amedeo Modigliani, Mario Menicagli. Infine il 28 luglio alle 21.30 alla Rocca di Montestaffoli, chiusura del Festival con ‘S’ignora’, evento promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Protagonisti della serata saranno Giovanni Caccamo e l’artista Giovanni Robustelli, che dipingerà live su grandi tele soggetti ispirati a San Gimignano e alle armonie in esecuzione.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>