La Pietà di Sebastiano del Piombo da Viterbo alla National Gallery di Londra

Riceviamo e pubblichiamo

Il sindaco Leonardo Michelini e il principe Carlo d’Inghilterra, a Londra, davanti alla Pietà di Sebastiano del Piombo alla National Gallery. È accaduto nel pomeriggio di ieri, in occasione dell’inaugurazione della mostra Michelangelo & Sebastiano, a meeting of minds. Con il primo cittadino anche gli assessori alla cultura Antonio Delli Iaconi e al turismo Giacomo Barelli.

“Una mostra e un allestimento straordinari in uno dei musei più importanti e prestigiosi a livello mondiale, che conta oltre sette milioni di visitatori all’anno, provenienti da ogni parte del mondo – ha sottolineato entusiasta il sindaco Michelini -. La Pietà è l’opera protagonista della mostra. Ha un ruolo di primo piano. All’ingresso della National Gallery, a pochi passi dalla biglietteria, è esposta una riproduzione della Pietà che richiama l’evento espositivo. Durante la presentazione di ieri, il curatore della mostra ha più volte menzionato Viterbo. È una mostra molto prestigiosa e alla Pietà viene riconosciuta l’importanza che merita, in un contesto internazionale. Ritrovare qui il “nostro” Sebastiano del Piombo, con il principe Carlo che ha speso parole di apprezzamento e ammirazione per l’opera, sinceramente emoziona un po’”.

Ma c’è dell’altro. Il principe di Galles ha chiesto al sindaco Michelini notizie di Viterbo, di Villa Lante e della Macchina di Santa Rosa, ammirata dal vivo nel 1993. “É stata davvero una grande sorpresa – ha aggiunto il sindaco -. Il principe Carlo ha condiviso con noi alcuni momenti di quel Trasporto a cui ha assistito con emozione diversi anni fa e di cui conserva ancora un bellissimo e vivo ricordo”. La Pietà di Sebastiano del Piombo resterà esposta alla National Gallery di Londra fino al prossimo 25 giugno. Lo scorso venerdì al museo civico di Viterbo è arrivato il capolavoro di Andrea Mantegna, La Vergine ed il Bambino con la Maddalena e San Giovanni il Battista, proveniente dalla stessa National Gallery.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>