Un ponte tra due storie: gemellaggio tra Segni e Santa Fiora in abiti d’epoca

Riceviamo e pubblichiamo

Venerdì 19 maggio, nella sala del Popolo del Palazzo Comunale di Santa Fiora, gli studenti dell’Istituto Ernesto Balducci di Santa Fiora, vestiti con gli abiti della sfilata storica, hanno accolto i loro coetanei dell’Istituto Pier Luigi Nervi di Segni (Lazio). L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto scolastico “Un ponte tra due storie: gemellaggio tra Segni e Santa Fiora”, per ricordare che i due comuni hanno condiviso una parte importante del loro passato storico. Nel 1547, infatti, Fulvia Conti, unica figlia del Signore di Segni Giovan Battista Conti, discendente di una famiglia che aveva dato tre Papi alla Chiesa, si sposò con Mario I Sforza, Conte di Santa Fiora.

Il progetto “Un ponte tra due storie” coinvolge l’Istituto Ernesto Balducci di Santa Fiora, che fa capo all’ISIS L. Da Vinci – Enrico Fermi di Arcidosso e l’Istituto Pier Luigi Nervi di Segni, che fa parte dell’IIS Via Gramsci, Valmontone. Ad accogliere gli studenti di Segni insieme ai ragazzi c’erano il sindaco di Santa Fiora Federico Balocchi; Luciano Luciani, consigliere con delega alla Cultura; il dirigente scolastico Fabio Maria Risolo e la professoressa Lucia Tosini.

Gli studenti dell’Istituto Ernesto Balducci hanno fatto da ciceroni ai loro coetanei di Segni, raccontando la storia di Santa Fiora e svelandone la bellezza. La visita è proseguita alla Peschiera e alla Pieve delle Sante Floria e Lucilla, dove è conservata una delle più imponenti e significative collezioni di robbiane, realizzate da Andrea della Robbia tra il 1465 e il 1490 su commissione del Conte Guido Sforza.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>