Tanto carbone per la Corneto: al Bonelli il Ladispoli vince 6 a 1

di Attilio Rosati

Lo Stadio “Bonelli” gremito in ogni ordine di posti, ma il pubblico pagante ha dovuto assistere a una delle più catastrofiche prestazioni della storia della propria squadra. Tre reti subite in dodici minuti, difesa inerme, centrocampo povero d’idee e di forza agonistica, attacco sterile e autoreferenziale. Gioco e forza di volontà, latitanti. Orgoglio zero. Sono questi gli ingredienti di un calvario che davanti agli increduli spettatori si è protratto per novanta minuti e, se non cambia qualcosa, rischia di perpetuarsi per tutta la restate parte di un campionato nato da un ripescaggio e non da meriti e traguardi conquistati con il sudore della fronte.

4’del primo tempo: il Ladispoli si proietta in avanti senza troppa convinzione ma su uno svarione difensivo, Maronti trova sulla testa un pallone da girare in area; Gravina, indisturbato, tira e complice una ennesima deviazione di un difensore, insacca la prima rete della gara. Baroncini non poteva fare nulla. 9’ su calcio da fermo, Berardi viene trovato completamente solo sulla fascia destra, assist raso terra per Marvelli e “piattone” vincente di quest’ultimo:2 a0.12’Marvelli parte in quarta indisturbato, fa fuori un paio di statici avversari e batte per la terza volta Baroncini. Il tutto, senza che i locali accennino alla benché minima reazione di orgoglio.

Al18’minuto l’unico episodio favorevole alla squadra di Mister Granato: Rosati si gira bene in area e viene atterrato platealmente. Il Sig. Impenna di Rieti, ben piazzato, fischia un calcio di rigore che Dario Spirito trasforma con la consueta freddezza.

21’: Berardi riparte in contropiede si presenta in area, fa fuori Baroncini il quale, con un gesto disperato, si lancia sul pallone e in extremis, lo devia in angolo.33’atterramento in area di Moronti il Direttore di gara fischia un rigore sacrosanto che lo stesso Moronti batte; Baroncini compie un prodigio e para. 41’ Santu parte sulla fascia e crossa al centro un pallone che il portiere del Ladispoli Cosimi scardina letteralmente dalla testa di Rosati.

Nel secondo tempo, tutti si aspettavano un’impennata di orgoglio degli etruschi ma in campo ci sono solo i ragazzi di Mister Graniero che in 15 minuti segnano altre due reti, prima con Mannozzi lesto a ribadire in rete una corta respinta di Baroncini su tiro di Moronti e poi con Moronti medesimo che finalizza una bella incursione in area con il gol personale. Alla sagra del gol partecipa anche Graniero che appena entrato, sul finire della mattanza, perfeziona il risultato con la sesta e, complice il fischio finale, ultima rete del Ladispoli. Freddo e desolazione nella classifica degli etruschi che dovranno cambiare di corsa mentalità e trovare un minimo di gioco, se non vorranno tornare in Promozione. Silenzio di tomba negli spogliatoi, nulla da chiedere, poco da dichiarare.

5 commenti su Tanto carbone per la Corneto: al Bonelli il Ladispoli vince 6 a 1

  • Torno a chiedere: Ma tutti quei soldi spesi per il campo sportivo (oltre 350.000,00 €) non poteveno essere spesi per dearsenificare l’acqua? Non perchè la squadra che ci gioca non è all’altezza del campionato in cui milita ma perchè mi sembra assurdo sprecare così tanti soldi per far correre 22 ragazzi dietro ad una palla, in mutande! Che bravi i nostri amministratori, quando ci sono soldi nel cassetto, sperperarli e, quando sono finiti dare la colpa agli altri se a casa l’acqua è avvelenata!

    [Apprezzato :)] Thumb up 6 Thumb down 2

  • @ Pietro: Nei bilanci dei comuni, ci sono varie voci di spesa corrispondenti alle diverse esigenze di fornire servizi di varia natura. I soldi spesi per gli impianti sportivi fanno parte di quei fondi destinati alla promozione degli sport, delle attività motorie ecc. Quindi il campo sportivo, il campo di atletica, la piscina, e quant’altro finalizzato a permettere ai nostri giovani di fare sport, è una cosa. I fondi destinati ai servizi tecnologici, ( Raccolta differenziata, acquedotto, ecc) sono un altra cosa. I cittadini pagano profumatamente un servizio di erogazione, manutenzione ammodernamento degli impianti di distribuzione di acqua potabile e sono QUELLI i fondi che dovrebbero essere usati per evitare la diffusione di un quantitativo di arsenico superiore alla norma. Altrimenti i bilanci che cosa si farebbero a fare? E’ sbagliato il concetto di “risparmiare” sullo sport per investire in impianti di erogazione dell’acqua.

    [Non apprezzato] Thumb up 5 Thumb down 4

  • Caro Geremia il bilancio non è una cosa intoccabile. Se tu avessi seguito i vari consigli comunali avresti visto che di “variazioni al bilancio” e “storni” di somme tra vari capitoli ne sono stati proposti ed approvati a iosa.
    Si tratta di dare delle priorità, niente di più.

    [Apprezzato :)] Thumb up 5 Thumb down 1

  • Grazie “utente” non ho fatto in tempo a rispondere! Il fatto è che investire nelle squadre sportive, da parte di assessori vari, porta con se una bella dote di voti. Pertanto, perchè fare variazioni di bilancio e dare priorità alla salute della gente? Si sarebbe potuto spendere molto di meno e dare lo stesso un campo sportivo ai ragazzi. Poi, quali ragazzi? Non certo a quelli di Tarquinia. La maggior parte sono giocatori ingaggiati e stipendiati che vengono da fuori! Povera Corneto (riferito al paese)!

    Thumb up 2 Thumb down 0

  • Ma. perchè l’Avv. Rosati non partecipa mai a questi “forum” talvolta interessanti e si limita solo alle “errata cirrige” relative alla cronachetta della partitella di pallone?

    Thumb up 1 Thumb down 0

  • pietro

    Torno a chiedere: Ma tutti quei soldi spesi per il campo sportivo (oltre 350.000,00 €) non poteveno essere spesi per dearsenificare l’acqua? Non perchè la squadra che ci gioca non è all’altezza del campionato in cui milita ma perchè mi sembra assurdo sprecare così tanti soldi per far correre 22 ragazzi dietro ad una palla, in mutande! Che bravi i nostri amministratori, quando ci sono soldi nel cassetto, sperperarli e, quando sono finiti dare la colpa agli altri se a casa l’acqua è avvelenata!

    [Apprezzato :)] Thumb up 6 Thumb down 2

  • Geremia

    @ Pietro: Nei bilanci dei comuni, ci sono varie voci di spesa corrispondenti alle diverse esigenze di fornire servizi di varia natura. I soldi spesi per gli impianti sportivi fanno parte di quei fondi destinati alla promozione degli sport, delle attività motorie ecc. Quindi il campo sportivo, il campo di atletica, la piscina, e quant’altro finalizzato a permettere ai nostri giovani di fare sport, è una cosa. I fondi destinati ai servizi tecnologici, ( Raccolta differenziata, acquedotto, ecc) sono un altra cosa. I cittadini pagano profumatamente un servizio di erogazione, manutenzione ammodernamento degli impianti di distribuzione di acqua potabile e sono QUELLI i fondi che dovrebbero essere usati per evitare la diffusione di un quantitativo di arsenico superiore alla norma. Altrimenti i bilanci che cosa si farebbero a fare? E’ sbagliato il concetto di “risparmiare” sullo sport per investire in impianti di erogazione dell’acqua.

    [Non apprezzato] Thumb up 5 Thumb down 4

  • utente

    Caro Geremia il bilancio non è una cosa intoccabile. Se tu avessi seguito i vari consigli comunali avresti visto che di “variazioni al bilancio” e “storni” di somme tra vari capitoli ne sono stati proposti ed approvati a iosa.
    Si tratta di dare delle priorità, niente di più.

    [Apprezzato :)] Thumb up 5 Thumb down 1

  • pietro

    Grazie “utente” non ho fatto in tempo a rispondere! Il fatto è che investire nelle squadre sportive, da parte di assessori vari, porta con se una bella dote di voti. Pertanto, perchè fare variazioni di bilancio e dare priorità alla salute della gente? Si sarebbe potuto spendere molto di meno e dare lo stesso un campo sportivo ai ragazzi. Poi, quali ragazzi? Non certo a quelli di Tarquinia. La maggior parte sono giocatori ingaggiati e stipendiati che vengono da fuori! Povera Corneto (riferito al paese)!

    Thumb up 2 Thumb down 0

  • pietro

    Ma. perchè l’Avv. Rosati non partecipa mai a questi “forum” talvolta interessanti e si limita solo alle “errata cirrige” relative alla cronachetta della partitella di pallone?

    Thumb up 1 Thumb down 0