Tarquinia, gli eventi e Vallerano: tre domande al sindaco Mazzola

113-ValleranoVTNotteDelleCandele2(s.t.) Mentre a Viterbo il sindaco Michelini evita con garbo l’invito del concittadino calciatore Leonardo Bonucci, risparmiandosi la secchiata d’acqua gelata ed accettando l’Ice Bucket Challenge con la sola donazione a favore della lotta alla SLA, a Tarquinia il primo cittadino Mazzola la doccia fredda la lancia addosso ai suoi concittadini, con un’intervista sul Corriere di Viterbo in cui lancia una provocazione decisa.

Partendo dall’esempio della Notte delle candele di Vallerano, il sindaco più che togliersi un sassolino tira un macigno nelle acque della comunità tarquiniese dell’imprenditoria e dell’attivismo: “Bisogna sfatare l’idea prona di un’amministrazione che deve organizzare e sponsorizzare: in tempi di crisi non si può fare, si deve dare sfogo alla creatività e alla collaborazione tra cittadini, amministratori, operatori turistici”.

Sin qui nulla di eccessivamente polemico, ma il sindaco rincara la dose: “Qui da noi solo polemiche sterili e pretese da parte di tutti: amministratori pubblici, commercianti e imprenditori che, tra l’altro, negli anni precedenti hanno tentato un qualcosa che poi si è rivelato un fallimento”. Uno sfogo che nasce da Facebook e è diretto alla Città, quasi Mazzola volesse scuoterla da chissà quale torpore parassitario. “Non si può vedere, fa male, la lungimiranza dei cittadini dell’entroterra, la loro collaborazione per creare qualcosa di bello,(e senza sovvenzionamenti), per la loro città e qui, di contro, polemiche, solo polemiche, a non finire! Si contribuisca a lavorare per la città, invece di criticare”.

Immaginando – come detto – che più che la sua esatta percezione della realtà cittadina, quella di Mazzola sia una provocazione e raccogliendo l’invito ad essere costruttivi e non polemici, proviamo ad aprire un dibattito sul tema, rivolgendo al primo cittadino alcune domande cui ci farebbe piacere aver risposta.

1)    Dato che in passato più volte lei stesso ha accusato la stampa ed i media di fare notizia ponendo la luce sugli aspetti negativi della città ed invitandoci a segnalare magari i problemi personalmente, invece che pubblicarli, non ritiene di contraddirsi con queste affermazioni critiche così ampiamente pubbliche? In poche parole, non crede sarebbe stato più coerente “lavare i panni sporchi in casa”, magari lanciando la stessa provocazione in un incontro pubblico con le categorie invece che sulle pagine dei giornali?

2)    Con le sue parole accusa i concittadini di attaccare e polemizzare: ma con questa intervista non crede di essere lei a denigrare Tarquinia, calcando la mano sul paragone con altre realtà e ribadendo l’incapacità cittadina di fare altrettanto?

3)    Guardando il panorama recente delle iniziative cittadine, dal Presepe Vivente al Divino Etrusco, passando per il palinsesto degli spettacoli estivi, si nota – ed a farlo notare è stato anche l’assessore Celli, in una recente conferenza stampa – che l’associazionismo, il volontariato e l’impegno dei singoli cittadini siano stati fattori importanti (se non fondamentali) a riempire in qualche modo un’offerta che le ristrettezze economiche avevano ridotto all’osso: crede che queste realtà così spesso impegnate per la cittadina meritino di essere oggetto di uno sfogo simile? Non meriterebbero forse una specifica ed un encomio diverso, al di fuori della provocazione che ha voluto lanciare? Anche perché, lungi dal polemizzare e dal mungere di continuo dal bilancio pubblico, spesso questi sodalizi finiscono per contribuirvi, pagando l’occupazione di suolo pubblico anche se si tratta di eventi che riportano il patrocinio comunale.

11 commenti su Tarquinia, gli eventi e Vallerano: tre domande al sindaco Mazzola

  • Candela al vento ha scritto:

    Stefano complimenti sinceri per questo pezzo. Mazzola parla da statista e si occupa di argomenti sempre piu alti. Da presidente di associazione devo dire che mi piaceva la versione piu rustica del primo cittadino. Ci sono tante associazioni e cooperative che lavorano e fanno senza chiedere NULLA. Tanto che l’estate gli eventi li fanno proprio le associazioni. Il comune ha organizzato solo il DiVino con esiti deludenti e i concerti in piazza, decisamente migliori. Se in Comune ce un problema di coordinamento tra sindaco e assessori se la vedano tra loro e non accusino chi fa volontariato.

    [Apprezzato :)] Thumb up 25 Thumb down 1

  • bagagliamassimiliano ha scritto:

    Aggiungo!E’ vero che nelle casse del comune entrano 16.000.000,00 di euro ogni anno?

    [Apprezzato :)] Thumb up 16 Thumb down 6

  • cittadino ha scritto:

    Una ulteriore domanda la vorrei rivolgere io al primo cittadino e volutamente la indicherò con il n. 4 per dare seguito a quelle dell’estensore dell’articolo.
    4) A fronte di tutti questi inviti e solleciti ai privati imprenditori a promuovere eventi mi saprebbe spiegare perché il Sig. BENEDETTI Enrico a fronte della “festa del cliente ” edizione 2013 – completamente GRATUITA per la collettività – è stato oggetto di denuncia, adducendo strane ed intempestive motivazioni sulla carenza di permessi amministrativi che negli anni precedenti non erano stati richiesti?
    Forse che anche tra gli imprenditori c’è da fare distinzione tra “Guelfi” e”Ghibellini”?
    Sarebbe bene dare una risposta anche a queste strane circostanze.

    In merito al suo invito a contribuire per la città anziché criticare, signor Sindaco contribuisca anche Lei alla crescita della città come può fare in base al ruolo che riveste.
    Dia le dimissioni e faccia respirare ai tarquiniesi aria nuova

    [Apprezzato :)] Thumb up 23 Thumb down 5

  • come no, l’ho vista l’aria nuova alle ultime elezioni, l’ho vista pure con la giunta prima del primo mandato mazzola, come no. per qualcunaltro: i bilanci sono pubblici, guarda entrate e uscite, i bilanci sono divisi così, e poi dì la tua.

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 5

  • Antilecca ha scritto:

    Leggo:”Ci sono tante(?) associazioni e cooperative che lavorano senza chiedere NULLA”
    Bèh! che lavorano non c’è dubbio,ma senza chiedere NULLA….mmmmmhhhh…c’è sempre un rientro 😉

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 7

  • Il Sindaco ha praticamente sfiduciato Celli, seconda volta dopo DiVino. Ranucci difende netturbini scavalcando Celli. Le sue deleghe sono sotto tiro e prendono le distanze. Per non parlare di Micocci che ricorda quanto era bravo Capitani!

    [Apprezzato :)] Thumb up 17 Thumb down 0

  • Invece di pensare a Vallerano, lo scienziato Sinnico cominci a comunicare ai suoi amati concittadini che ha deliberato l’aliquota massima della TASI (2,5 x 1000)!!!!! Preparatevi alla stangata di ottobre Tarquiniesi!!!!! L’avete voluto…e mo ve lo tenete!!!!! SCIENZIATO!!!!!!!!!!!!

    [Apprezzato :)] Thumb up 15 Thumb down 1

  • il sindaco si dice stufo di leggere su facebook e di leggere le lamentele. ma nemmeno Renzi che è il presidente del consiglio si lamenta di quel che di negativo si scrive del paese nella gestione del suo governo. mica adesso Mazzola vorrà far chiudere i social network solo perchè qualcuno scrive quello che pensa. la censura c’era nel ventennio che dicono era fascista, adesso pure quelli che vengono dai fasti comunisti voglioni fare lo stesso. pure lui ha una pagina su facebook mica penserà che tutto quello che scrive lui piace a tutti eppure nessuno gli dice niente. facesse uguale

    [Apprezzato :)] Thumb up 13 Thumb down 1

  • Ma di come il vicesindaco Bacciardi ha fatto naufragare l’assotur con le sue false promesse ne vogliamo parlare?

    [Apprezzato :)] Thumb up 14 Thumb down 0

  • Per non parlare della stangata che ha dato all’associazione del lido quest’anno!!! INDIFENDIBILE

    [Apprezzato :)] Thumb up 14 Thumb down 1

  • Candela al vento

    Stefano complimenti sinceri per questo pezzo. Mazzola parla da statista e si occupa di argomenti sempre piu alti. Da presidente di associazione devo dire che mi piaceva la versione piu rustica del primo cittadino. Ci sono tante associazioni e cooperative che lavorano e fanno senza chiedere NULLA. Tanto che l’estate gli eventi li fanno proprio le associazioni. Il comune ha organizzato solo il DiVino con esiti deludenti e i concerti in piazza, decisamente migliori. Se in Comune ce un problema di coordinamento tra sindaco e assessori se la vedano tra loro e non accusino chi fa volontariato.

    [Apprezzato :)] Thumb up 25 Thumb down 1

  • bagagliamassimiliano

    Aggiungo!E’ vero che nelle casse del comune entrano 16.000.000,00 di euro ogni anno?

    [Apprezzato :)] Thumb up 16 Thumb down 6

  • cittadino

    Una ulteriore domanda la vorrei rivolgere io al primo cittadino e volutamente la indicherò con il n. 4 per dare seguito a quelle dell’estensore dell’articolo.
    4) A fronte di tutti questi inviti e solleciti ai privati imprenditori a promuovere eventi mi saprebbe spiegare perché il Sig. BENEDETTI Enrico a fronte della “festa del cliente ” edizione 2013 – completamente GRATUITA per la collettività – è stato oggetto di denuncia, adducendo strane ed intempestive motivazioni sulla carenza di permessi amministrativi che negli anni precedenti non erano stati richiesti?
    Forse che anche tra gli imprenditori c’è da fare distinzione tra “Guelfi” e”Ghibellini”?
    Sarebbe bene dare una risposta anche a queste strane circostanze.

    In merito al suo invito a contribuire per la città anziché criticare, signor Sindaco contribuisca anche Lei alla crescita della città come può fare in base al ruolo che riveste.
    Dia le dimissioni e faccia respirare ai tarquiniesi aria nuova

    [Apprezzato :)] Thumb up 23 Thumb down 5

  • maciste

    come no, l’ho vista l’aria nuova alle ultime elezioni, l’ho vista pure con la giunta prima del primo mandato mazzola, come no. per qualcunaltro: i bilanci sono pubblici, guarda entrate e uscite, i bilanci sono divisi così, e poi dì la tua.

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 5

  • Antilecca

    Leggo:”Ci sono tante(?) associazioni e cooperative che lavorano senza chiedere NULLA”
    Bèh! che lavorano non c’è dubbio,ma senza chiedere NULLA….mmmmmhhhh…c’è sempre un rientro 😉

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 7

  • Zuniga

    Il Sindaco ha praticamente sfiduciato Celli, seconda volta dopo DiVino. Ranucci difende netturbini scavalcando Celli. Le sue deleghe sono sotto tiro e prendono le distanze. Per non parlare di Micocci che ricorda quanto era bravo Capitani!

    [Apprezzato :)] Thumb up 17 Thumb down 0

  • Butto

    Di Celli si parla poco. Immunita calcistica!

    [Apprezzato :)] Thumb up 17 Thumb down 0

  • Din Din

    Invece di pensare a Vallerano, lo scienziato Sinnico cominci a comunicare ai suoi amati concittadini che ha deliberato l’aliquota massima della TASI (2,5 x 1000)!!!!! Preparatevi alla stangata di ottobre Tarquiniesi!!!!! L’avete voluto…e mo ve lo tenete!!!!! SCIENZIATO!!!!!!!!!!!!

    [Apprezzato :)] Thumb up 15 Thumb down 1

  • micco

    il sindaco si dice stufo di leggere su facebook e di leggere le lamentele. ma nemmeno Renzi che è il presidente del consiglio si lamenta di quel che di negativo si scrive del paese nella gestione del suo governo. mica adesso Mazzola vorrà far chiudere i social network solo perchè qualcuno scrive quello che pensa. la censura c’era nel ventennio che dicono era fascista, adesso pure quelli che vengono dai fasti comunisti voglioni fare lo stesso. pure lui ha una pagina su facebook mica penserà che tutto quello che scrive lui piace a tutti eppure nessuno gli dice niente. facesse uguale

    [Apprezzato :)] Thumb up 13 Thumb down 1

  • sampey

    Ma di come il vicesindaco Bacciardi ha fatto naufragare l’assotur con le sue false promesse ne vogliamo parlare?

    [Apprezzato :)] Thumb up 14 Thumb down 0

  • Max

    Per non parlare della stangata che ha dato all’associazione del lido quest’anno!!! INDIFENDIBILE

    [Apprezzato :)] Thumb up 14 Thumb down 1