Turismo scolastico: itinerario energetico in Basilicata per gli studenti del Cardarelli di Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

Si è svolto nei giorni 10-11-12-13 maggio 2017 il tour energetico-turistico degli alunni dell’Istituto Cardarelli di Tarquinia in Basilicata. L’iniziativa sponsorizzata da Eni ed organizzata dal professor Odoardo Basili, docente dell’Istituto, ha coinvolto le classi III Agraria e III, IV, V Geometra .

Il tour didattico in Val D’Agri e in Val Camastra ( Potenza ) rientra nel progetto alternanza scuola-lavoro, volto sia a far conoscere ed approfondire agli alunni le tematiche delle diverse fonti di energia, sia ad attribuire dei crediti formativi necessari per il loro percorso scolastico.

Il programma ha previsto molte tappe interessanti : il 10 maggio i ragazzi sono andati a Sasso di Castalda per visitare un importante Geosito; un geologo, attraverso i vicoli del caratteristico borgo, ha raccontato l’orogenesi dell’Appennino meridionale nel corso delle varie ere geologiche. Durante la seconda tappa prevista a Viggiano gli alunni hanno partecipato ad un laboratorio riguardante l’energia fotovolcaica, realizzando un check-up energetico della propria abitazione. Il secondo giorno a Tramutola hanno visitato un affioramento spontaneo di idrocarburi con annessa lezione di geologia ed in seguito si sono recati presso la diga del lago del Pertusillo; alta 95 metri, con una superficie di 7,5 km quadrati ed una capienza massima di 155 milioni di metri cubi d’acqua, essa è sfruttata per l’energia elettrica e per l’irrigazione di oltre trentacinquemila ettari di terreno tra Basilicata e Puglia. La giornata si è conclusa a Montemurro con la visita della casa museo del poeta, ingegnere e critico d’arte Leonardo Sinisgalli.

Il terzo giorno gli alunni si sono spostati nel paese museo di Calvello , visitando la fabbrica del pellets, la centrale a biomassa e il centro didattico energia e territorio, in cui un interessante filmato ha spiegato loro le varie fasi dell’estrazione del petrolio. Il quarto giorno il viaggio si è concluso con la visita di Matera , capitale Europea della cultura, dove i ragazzi hanno potuto ammirare i sassi, i siti della casa grotta, della chiesa rupestre e del palombaro lungo.

Durante tutto il tour didattico gli alunni, oltre che dai professori accompagnatori, sono stati seguiti da personale altamente specializzato che ha illustrato   il territorio della Val D’Agri, un’ area interna dell’Appennino Lucano, in cui è ubicato il più grande giacimento di idrocarburi dell’Europa continentale, il cui sfruttamento da parte di Eni ha preso il via negli anni 90; inoltre sono state oggetto di discussione la tutela e la promozione dei Geositi, lo sviluppo di nuove tecnologie in campo energetico, quali: energia da combustibili fossili, il petrolio, energia eolica, energia idroelettrica, energia da biomassa ed energia solare.

Un’esperienza formativa che senza dubbio ha arricchito il bagaglio culturale dei ragazzi, che hanno avuto la possibilità di poter affiancare alla tradizionale gita scolastica, un percorso didattico professionalizzante volto ad approfondire le loro conoscenze scolastiche. I professori referenti del progetto sono: Simona Sanetti, Marisa Cavalluzzo, Carlo Bicchierini e Daniele Torresi.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>