L’anno nero del calcio tarquiniese: retrocedono tre squadre su tre

La peggiore annata calcistica della storia del calcio tarquiniese, almeno a livello di prime squadre. La Corneto Tarquinia, ieri mattina, ha pareggiato 2 a 2 in casa contro l’Aranova quarto in classifica ed è retrocessa in Prima Categoria. Un risultato che, aggiunto al doppio ultimo posto del Velka in Prima e del Tarquinia Calcio in Seconda – maturati al termine di stagioni terribili dal punto di vista dei risultati – fanno registrare un affatto invidiabile bottino pieno: nessuna squadra a livello dilettantistico è riuscita a raggiungere la salvezza.

La Corneto ha provato, da gennaio in poi, una rimonta che la porta, oggi, ad un solo punto dalla zona play out; e per buona parte della partita, ieri, i rossoblu erano addirittura sopra il Pescatori Ostia, pronti a giocarsi tutto nell’ultimo match di spareggio. Sotto in avvio con la rete per l’Aranova di Urbani, i ragazzi di Granato avevano ribaltato il match con Romagnoli e Trebisondi, per poi subire nella ripresa il pari di Chierico che li condanna a dire addio alla Promozione.

Erano oltre dieci anni che la Corneto non scendeva in Prima, con i rossoblù che collezionano la terza retrocessione in cinque anni, dopo le due consecutive dall’Eccellenza nel 2012 e nel 2013, inframezzate da un ripescaggio, anche allora con Granato in panchina.

A dipingere un quadro ancora più fallimentare, come detto, i risultati delle altre due compagini cittadine. Il Velka saluta la prima Categoria con un solo punto ottenuto, il Tarquinia Calcio si ferma a quota sei in Seconda, entrambe già da tempo fuori dalla lotta salvezza.

12 commenti su L’anno nero del calcio tarquiniese: retrocedono tre squadre su tre

  • achifrega ha scritto:

    Adesso che si è chiusa la stagione dei fallimenti, dovrebbe cominciare quella della dignità. se ne hanno almeno un briciolo, i dirigenti di queste squadre, dovrebbero abbandonare gli incarichi e togliere il disturbo, specie quelli che la fanno da padrone da vent’anni e hanno fatto collezione di retrocessioni, ripescaggi, salvataggi per il rotto della cuffia, rendendo le società impopolari, antipatiche e lontanissime dai tifosi e dagli atleti. La passione per il calcio non può diventare un espediente per passare le giornate quando non si ha niente altro da fare e a spese di chi lo sport lo vuole praticare per passione e non per sete di potere, ambizione personale, frustrazione. Iatevenne!!!!

    [Apprezzato :)] Thumb up 29 Thumb down 6

  • Stefano Petronilli ha scritto:

    Era inevitabile, i migliori ragazzi di Tarquinia sono stati mandati via a giocare nelle città qui intorno, purtroppo da noi il calcio è morto da un bel pò, ai tarquiniesi purtroppo si preferiscono gli scarponi che vengono da Civitavecchia e dintorni…quest anno per la prima volta ho partecipato ad un campionato di seconda categoria, sono sceso in campo in paesetti sconosciuti tipo onano e farnese dove al campo c’erano 300 spettatori a vedere la partita! A Tarquinia purtroppo il calcio è diventato lo specchio della nostra città…morente

    [Apprezzato :)] Thumb up 36 Thumb down 6

  • bravi..bravissimi ha scritto:

    complimenti vivissimi siete riusciti nel capolavoro…..che porterete a termine nel 2018 ….e senza aiuto politico.

    [Apprezzato :)] Thumb up 29 Thumb down 7

  • Santinaccio ha scritto:

    Al di là di errori di gestione ,
    è assurdo avere 3 squadre su 17.000 abitanti ,
    unite le risorse umane ed economiche
    per avere una sola squadra……..

    [Apprezzato :)] Thumb up 19 Thumb down 2

  • le tre squadre ssi sono costituite in quanto, alla Corneto (la società più importante per categoria), hanno sempre usato la politica fino a quando paghi tutto ok poi quando arrivano i campionati Juniores o prima squadra preferiscono prendere giovani da altre parti e fanno smettere i giovani del luogo.
    a questo punto si creano altre società per cercare di continuare a giocare altrimenti i ragazzi di Tarquinia terminerebbero di giocare tutti a 16-17 anni. conseguenza il raggiungimento degli ottimi risultati di quest’anno,
    e vedrete il prossimo che fuga dei pochi giocatori di Tarquinia verso altri lidi.
    questa volta saranno i giocatori ad andarsene (se gli daranno la liberatoria), e non la societa a mandarli via.

    [Apprezzato :)] Thumb up 20 Thumb down 1

  • Voter calcio Tarquinia ha scritto:

    Che sfracello……..il principale responsabile, o meglio il luminare, il prode rispettoso degli altri, il politico non politico, dov’é? Forse sta scrivendo un altro laconico comunicato? Poverino ha rinnegato anche se stesso per non affondare ma non gli é riuscito. Progetti, rinnovamenti e alchimie future……..mah! Cosa si vuole unire se non si riesce neanche ad impartire?….la campagna…..con tutto il rispetto per chi si spezza la schiena lavorando la terra.

    [Apprezzato :)] Thumb up 21 Thumb down 2

  • Tifoso vero ha scritto:

    Santinaccio ha perfettamente ragione, nessuna cittadina del Viterbese delle dimensioni di Tarquinia, ha tre società di calcio. Qui, tre, che giocavano in tre categorie diverse Promozione Prima e Seconda categoria e che andavano in giro per il Lazio a coprire di ridicolo tutta la città. Disorganizzazione, giocatori di fuori, trasferte pagate dagli stessi giocatori che andavano con le loro auto, rimborsi promessi e mai pagati, il calcio a Tarquinia è un Far West e ci rimettono i tarquniesi perché sto casino avviene su campi che sono dei cittadini. E’ arrivato il momento di dire basta. Se no ogni anno sarà peggio.

    [Apprezzato :)] Thumb up 19 Thumb down 1

  • Amareggiato ha scritto:

    Nell’anno delle elezioni triplete di retrocessioni
    Complimenti a tutti
    Ci stanno ridendo dietro per tutto il viterbese
    Speriamo che delle 3 squadre si iscriva una sola e con buone ambizioni altrimenti tutti a vedere gli amatori
    Anzi propongo che gli amatori passassero in terza categoria almeno fanno più bella figura delle tre citate

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 4

  • Marco moretti ha scritto:

    Buon giorno per l anonimo mah.
    Quest anno la juniores della corneto contava di 21 ragazzi solo questi erano di fuori.
    Muntoni e ferro civitavecchia
    Giorgi canino
    Cruciani pescia romana
    Crognale monteromano
    Sensini tuscania
    Tutti si sono contradistinti per impegno serietà attaccamento alla maglia ed hai compagni il resto erano ragazzi dal 1997 al 2001 di tarquinia gran gruppo ottima annata bel risultato.secondo me non è solo vero che i migliori ragazzi di tarquinia stanno altrove è riduttivo per chi è rimasto. vero è che tanti di fuori bravi vengono da noi per passare un annata come quella della juniores di quest anno.

    [Apprezzato :)] Thumb up 11 Thumb down 4

  • samuele mundo ha scritto:

    Beh a parole siamo tutti bravi non è cosi semplice fare squadre di calcio e puntare a vincere purtroppo non stiamo in una città dove i giocatori si trovano dietro l angolo e la cosa peggiore è che tanta gente del posto vada a giocare fuori o smette direttamente e la Corneto è costretta a chiamare calciatori da fuori. Io posso dire che quest’anno la juniores ha fatto super bene in preparazione eravamo 7 massimo 8 giocatori il sig.MORETTI MARCO è riuscito a portare più di 20 giocatori al campo facendo un ottimo gruppo. E poi un ultima cosa signori la cosa brutta è che il Tarquiniese se ne frega della squadra del paese le gradinate sono sempre vuote sia sabato e domenica e il pubblico è fondamentale.. E comunque per chiudere bisogna starci nelle situazioni troppo facile parlarne all esterno …

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 5

  • Tarkna

    ….come volevasi dimostrare….

    [Apprezzato :)] Thumb up 26 Thumb down 3

  • achifrega

    Adesso che si è chiusa la stagione dei fallimenti, dovrebbe cominciare quella della dignità. se ne hanno almeno un briciolo, i dirigenti di queste squadre, dovrebbero abbandonare gli incarichi e togliere il disturbo, specie quelli che la fanno da padrone da vent’anni e hanno fatto collezione di retrocessioni, ripescaggi, salvataggi per il rotto della cuffia, rendendo le società impopolari, antipatiche e lontanissime dai tifosi e dagli atleti. La passione per il calcio non può diventare un espediente per passare le giornate quando non si ha niente altro da fare e a spese di chi lo sport lo vuole praticare per passione e non per sete di potere, ambizione personale, frustrazione. Iatevenne!!!!

    [Apprezzato :)] Thumb up 29 Thumb down 6

  • Stefano Petronilli

    Era inevitabile, i migliori ragazzi di Tarquinia sono stati mandati via a giocare nelle città qui intorno, purtroppo da noi il calcio è morto da un bel pò, ai tarquiniesi purtroppo si preferiscono gli scarponi che vengono da Civitavecchia e dintorni…quest anno per la prima volta ho partecipato ad un campionato di seconda categoria, sono sceso in campo in paesetti sconosciuti tipo onano e farnese dove al campo c’erano 300 spettatori a vedere la partita! A Tarquinia purtroppo il calcio è diventato lo specchio della nostra città…morente

    [Apprezzato :)] Thumb up 36 Thumb down 6

  • bravi..bravissimi

    complimenti vivissimi siete riusciti nel capolavoro…..che porterete a termine nel 2018 ….e senza aiuto politico.

    [Apprezzato :)] Thumb up 29 Thumb down 7

  • Santinaccio

    Al di là di errori di gestione ,
    è assurdo avere 3 squadre su 17.000 abitanti ,
    unite le risorse umane ed economiche
    per avere una sola squadra……..

    [Apprezzato :)] Thumb up 19 Thumb down 2

  • MAH!!!

    le tre squadre ssi sono costituite in quanto, alla Corneto (la società più importante per categoria), hanno sempre usato la politica fino a quando paghi tutto ok poi quando arrivano i campionati Juniores o prima squadra preferiscono prendere giovani da altre parti e fanno smettere i giovani del luogo.
    a questo punto si creano altre società per cercare di continuare a giocare altrimenti i ragazzi di Tarquinia terminerebbero di giocare tutti a 16-17 anni. conseguenza il raggiungimento degli ottimi risultati di quest’anno,
    e vedrete il prossimo che fuga dei pochi giocatori di Tarquinia verso altri lidi.
    questa volta saranno i giocatori ad andarsene (se gli daranno la liberatoria), e non la societa a mandarli via.

    [Apprezzato :)] Thumb up 20 Thumb down 1

  • Voter calcio Tarquinia

    Che sfracello……..il principale responsabile, o meglio il luminare, il prode rispettoso degli altri, il politico non politico, dov’é? Forse sta scrivendo un altro laconico comunicato? Poverino ha rinnegato anche se stesso per non affondare ma non gli é riuscito. Progetti, rinnovamenti e alchimie future……..mah! Cosa si vuole unire se non si riesce neanche ad impartire?….la campagna…..con tutto il rispetto per chi si spezza la schiena lavorando la terra.

    [Apprezzato :)] Thumb up 21 Thumb down 2

  • Tifoso vero

    Santinaccio ha perfettamente ragione, nessuna cittadina del Viterbese delle dimensioni di Tarquinia, ha tre società di calcio. Qui, tre, che giocavano in tre categorie diverse Promozione Prima e Seconda categoria e che andavano in giro per il Lazio a coprire di ridicolo tutta la città. Disorganizzazione, giocatori di fuori, trasferte pagate dagli stessi giocatori che andavano con le loro auto, rimborsi promessi e mai pagati, il calcio a Tarquinia è un Far West e ci rimettono i tarquniesi perché sto casino avviene su campi che sono dei cittadini. E’ arrivato il momento di dire basta. Se no ogni anno sarà peggio.

    [Apprezzato :)] Thumb up 19 Thumb down 1

  • Amareggiato

    Nell’anno delle elezioni triplete di retrocessioni
    Complimenti a tutti
    Ci stanno ridendo dietro per tutto il viterbese
    Speriamo che delle 3 squadre si iscriva una sola e con buone ambizioni altrimenti tutti a vedere gli amatori
    Anzi propongo che gli amatori passassero in terza categoria almeno fanno più bella figura delle tre citate

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 4

  • Claudio

    Per il Velka ci ha pensato la Remax e il presidente Errichiello

    [Apprezzato :)] Thumb up 13 Thumb down 1

  • Marco moretti

    Buon giorno per l anonimo mah.
    Quest anno la juniores della corneto contava di 21 ragazzi solo questi erano di fuori.
    Muntoni e ferro civitavecchia
    Giorgi canino
    Cruciani pescia romana
    Crognale monteromano
    Sensini tuscania
    Tutti si sono contradistinti per impegno serietà attaccamento alla maglia ed hai compagni il resto erano ragazzi dal 1997 al 2001 di tarquinia gran gruppo ottima annata bel risultato.secondo me non è solo vero che i migliori ragazzi di tarquinia stanno altrove è riduttivo per chi è rimasto. vero è che tanti di fuori bravi vengono da noi per passare un annata come quella della juniores di quest anno.

    [Apprezzato :)] Thumb up 11 Thumb down 4

  • samuele mundo

    Beh a parole siamo tutti bravi non è cosi semplice fare squadre di calcio e puntare a vincere purtroppo non stiamo in una città dove i giocatori si trovano dietro l angolo e la cosa peggiore è che tanta gente del posto vada a giocare fuori o smette direttamente e la Corneto è costretta a chiamare calciatori da fuori. Io posso dire che quest’anno la juniores ha fatto super bene in preparazione eravamo 7 massimo 8 giocatori il sig.MORETTI MARCO è riuscito a portare più di 20 giocatori al campo facendo un ottimo gruppo. E poi un ultima cosa signori la cosa brutta è che il Tarquiniese se ne frega della squadra del paese le gradinate sono sempre vuote sia sabato e domenica e il pubblico è fondamentale.. E comunque per chiudere bisogna starci nelle situazioni troppo facile parlarne all esterno …

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 5