La Ceme chiude e licenzia a Carugate. Rischi occupazionali anche per Tarquinia?

“La Ceme, azienda con sedi a Carugate (Mi), Trivolzio (Pv) e Tarquinia (Vt), ha aperto la procedura di licenziamento per 97 lavoratrici e lavoratori di Carugate con la conseguente chiusura del sito produttivo”, ne dà notizia, tramite una nota, la FIOM – Cgil Civitavecchia Roma nord Viterbo”.

“Negli incontri di questi mesi – prosegue il comunicato – con le rappresentanze sindacali non si era mai parlato di esuberi, né tanto meno di chiusura di un sito produttivo in cui finora si è lavorato anche in regime di straordinario. Una decisione che nasce unicamente dalla volontà di ridurre il costo del lavoro esternalizzando la produzione”.

“Chiediamo alla Direzione della Ceme di ritirare i licenziamenti – conclude la FIOM – Cgil – e di tornare a confrontarsi costruttivamente con le Organizzazioni Sindacali, perchè le scelte industriali devono incidere sulla qualità dei prodotti che si fanno, non sui costi a discapito dei posti di lavoro. Esprimiamo solidarietà alle lavoratrici e lavoratori Ceme di Carugate che si stanno mobilitando per mantenere i posti di lavoro e il sito produttivo. Sosterremo tutte le iniziative necessarie per la tutela dell’occupazione a Carugate e non solo. Le scelte industriali che guardano solo al costo del lavoro mettono a rischio tutti a prescindere dal luogo in cui si lavora”.

11 commenti su La Ceme chiude e licenzia a Carugate. Rischi occupazionali anche per Tarquinia?

  • Tranquilli, non avete voluto Moscherini, mo’ rivolgetevi a Mencarini se rimanete senza lavoro, ci pensa lui a creare nuovi posti…!!

    [Non apprezzato] Thumb up 13 Thumb down 18

  • stop al suffragio universale ha scritto:

    sono sicuro che JOB è un verbo di cui hai appreso da poco il significato , così come da poco hai cominciato ad occuparti dell’ “arte che attiene alla città-stato” e più in generale della società. Più o meno dal tempo in cui hai riposto le tue speranze di lavoro in un candidato sindaco piuttosto che nelle tue capacità. Probabilmente saranno scarse le tue capacità. Comunque detto questo solidarietà alla FIOM e soprattutto ai lavoratori che rischiano il licenziamento per arricchire le tasche di pochi, a scapito di qualità e benessere della città e dello stato in cui viviamo.

    [Non apprezzato] Thumb up 10 Thumb down 10

  • Sindacante ha scritto:

    Se la FIOM non fosse esistita ci sarebbero state meno esternalizzazioni e più posti di lavoro. Punto.

    [Apprezzato :)] Thumb up 10 Thumb down 6

  • stop al suffragio universale ha scritto:

    se la FIOM non fosse esistita, probabilmente esternalizzavano qui, poiché salari orari e diritti erano talmente scadenti che eravamo ancora più poveri di quanto siamo.

    In barba al signor CISL amico dei padroni

    [Apprezzato :)] Thumb up 6 Thumb down 2

  • Marchese ha scritto:

    La Fiom non avrebbe dovuto fare questo comunicato come deciso dall’ assemblea dei lavoratori ceme TQ dato che deve essere portavoce degli stessi. Poi chi ha deciso di fare questo articolo almeno poteva copiare compreso il titolo quelli di civonline forse più ” giusto”.
    Però a tutti la politica non c’ entra nulla lasciatela per le vostre discussioni!
    Ma se la Fiom cacciata già una volta dalla ceme non fosse esistita Era MEGLIO!

    Thumb up 4 Thumb down 1

  • Carlo Teruzzi ha scritto:

    ma porca puttana qui lasciano a casa 97 famiglie e voi litigate Fiom Fim BIM e bam .
    Forse il problema non sono i sindacati ma noi che anziche condividere e solidarizzare discutiamo su chi e piu o meno bravo piu o meno utile e nel frattempo le aziende fanno sempre quello che vogliono

    [Apprezzato :)] Thumb up 9 Thumb down 0

  • la politica c’entra poco.. L informazione e giusta forse il titolo è sbagliato di tarquinia non se ne è parlato al momento che ci toccheranno dovremmo essere tutti uniti e non fare discorsi egoistici come sono stati fatti fino adesso.. e menomale che non c’è Moscherini..

    Thumb up 0 Thumb down 1

  • Infatti…..non mi sembra sia firmato da nessuno delle rappresentanze dei lavoratori.
    Siate trasparenti…se ci riuscite

    Thumb up 0 Thumb down 1

  • Indignata ha scritto:

    Penso che i responsabili di quello che succede nelle aziende ora sia prima di tutto il governo poi i sindacati che siano di destra o sinistra e noi popolo che li lasciamo fare ci vuole una bella rivoluzione, volere è potere!

    Thumb up 0 Thumb down 0

  • Casperbu ha scritto:

    Finché ci sono le cooperative impolpate da manovalanza a basso costo.. Ogni discorso è superfluo.. I terzisti che operano in questo campo.. Si avvalgono sopratutto di queste.. Facendo fare turni assurdi .. I controlli stanno a zero .. E i sindacati inesistenti.

    Thumb up 0 Thumb down 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono ammessi i seguenti TAG HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>