Lettere al Direttore: “Ma chi difende Tarquinia?”

Riceviamo e pubblichiamo

Caro Direttore, me ne stavo triste e deluso a leccarmi le ferite, le ultime delle quali sono quei chiodi infilati nelle carni delle nostre mura castellane all’altezza della rotatoria per illuminare il traffico del dio della nostra città, l’automobile, quando ho letto certi commenti alla notizia che Cantina Tarquinia ci dava sulla sua volontà di continuare a lottare per ridare il Centro di Vinificazione ai legittimi destinatari, che mi hanno fatto accapponare la pelle. “Ringraziamo Cerveteri che ci ha tolto una struttura produttiva di Tarquinia” si dice in sostanza in quei commenti. Ed ho ripensato al Conal, che con i suoi 21 dipendenti fissi e 300 stagionali era il più importante polo occupazionale della zona, al reparto maternità dell’Ospedale, che ha cancellato il diritto secolare dei nostri figli di nascere tarquiniesi, alla SAT che ci ha sottratto una strada consolare e la nostra libertà, all’ENEL che, dietro compensazioni, ci avvelena senza farci nemmeno lavorare, al Ministero della Difesa che mantiene quattro servitù militari sul nostro territorio per centinaia di ettari coperti di eternit in decomposizione, al mare dove tutti i comuni della valle del Marta scaricano senza controlli qualunque porcheria, alla Talete a cui abbiamo regalato la nostra acqua e tanto altro ancora ed ho tratto questa conclusione: ma chi difende Tarquinia?

C’è solo una risposta: la Comunità Tarquiniese, e c’è un solo modo: dando potere alla Comunità per legge, togliendolo al palazzo e trasferendolo al popolo, attraverso la prima legge comunale: lo Statuto. Il resto sono chiacchiere e propaganda. Oggi sono tutti bravi: grandi progetti, grandi idee, grandi propositi. Un film visto centinaia di volte per uno come me che è stato in mezzo alla politica per 50 anni. Non serve a niente. Torneranno le manfrine, le incapacità, le esibizioni. E tutti verranno a fare cassa a Tarquinia. Non so se uno che non è candidato a nulla ha ancora il diritto di parola. Io lo chiedo a te, caro Stefano che con l’Extra hai fatto una delle cose più belle degli ultimi anni, lo chiedo a Marco e ad Alessio che nella musica fanno onore a Tarquinia, ai tanti giovani, donne, cittadine e cittadini, che dimostrano ogni giorno quanto di buono c’è nella nostra Comunità e che continuano, nonostante tutto a farmi accalorare per la mia città. Grazie.

Sandro Vallesi

10 commenti su Lettere al Direttore: “Ma chi difende Tarquinia?”

  • francesco micocci ha scritto:

    ..ciao Sandro..abbiamo lavorato insieme 4 mesi allo Statuto e sono d’accordo anche con tutto il resto che hai scritto..all’ultimo momento ho deciso di scendere in campo anche se come sai non è il mio lavoro andare a chiedere i voti in giro..nel futuro, comunque vadano le cose, lo Statuto sarà 1a delle priorità che dovremo insieme portare avanti..1 abbraccio.. 😉 Francesco Micocci

    [Apprezzato :)] Thumb up 9 Thumb down 5

  • Finalmente!
    Un caldo e accorato appello da chi ha veramente a cuore le sorti di Tarquinia. Una riflessione profonda che seriamente ci mette in guardia e ci spinge a fare delle valutazioni.
    Chi ti conosce ti stima e ti rispetta.
    Sandro, manca la tua fermezza e la tua lungimiranza in questa bolgia elettorale. Manca a Tarquinia e manca alla comunità che ha sete di contare e di valere, come è giusto che sia.

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 2

  • non è tempo ha scritto:

    Ciao Sandro, in quei mesi in cui tu ci hai coinvolto in quell’entusiasmante lavoro sullo Statuto non privo di diatribe (anche tra noi due nello specifico) per le diverse visioni (che in fin dei conti erano bazzecole rispetto alle grandi questioni che invece condividevamo perfettamente), mi hai aiutato a riflettere moltissimo sul ruolo del cittadino, delle Istituzioni e di come una carta di principi statutari possa stravolgere totalmente il sistema che a tutt’oggi è settario, clientelare e fondato sulle caste ma anche speculativo, in cui il cittadino spesso si mette in una posizione passiva di vittimismo e critica distruttiva, non avendo alcuna possibilità concreta e quindi voglia di interagire o di sentirsi attore protagonista della scena civica. A te va il grande merito della riflessione ideologica sul progetto Statuto, io te ne do atto; senza quella domanda “come vogliamo la nostra Comunità” non avremmo mai potuto trovare il filo conduttore, l’ispirazione. Tuttavia, credo fermamente che non siano ancora maturi i tempi. Siamo ben lontani e si vede. Comunque grazie di tutto e passa per un caffè! Betta

    [Apprezzato :)] Thumb up 6 Thumb down 1

  • Wind to change ha scritto:

    Chi dice che non è tempo? Fate in modo che sia questo il tempo del vero cambiamento tanto auspicato. Noi siamo pronti.

    [Apprezzato :)] Thumb up 9 Thumb down 0

  • cittadinoattivo ha scritto:

    Caro Sandro
    Un po’ in ritardo ti accorgi che a Tarquinia ci sono questi problemi,ci sono stati momenti in cui c’era da difendere questo paese,ma il partito all’ora ti vietava di difenderlo al fianco di quei cittadini che facevano lo sciopero della fame per la centrale a carbone,altri che manifestavano contro la sat , oggi contro talete..Non si può essere attivi soltanto per convenienze elettorali. Quindi alla domanda: “chi difende Tarquinia?”puoi risponderti: io no, io non l’ho fatto, su questi temi io non c’ero, e ringrazio chi c’era al posto mio!
    Buona campagna elettorale!

    Thumb up 3 Thumb down 3

  • Fabrizio Federici ha scritto:

    Caro Sandro, ho letto con entusiasmo la tua lettera di sfogo al Direttore. Complimenti non avrei potuto esprimere meglio anche i miei disappunti . È per questo che stanco di vedere distruggere il Nostro splendido territorio da anni infiniti di cattivo governo, mi sono deciso a scendere in campo. Mi sono candidato con “una macchina da guerra” con il candidato sindaco Gianni Moscherini nella sua lista elettorale Rinascimento. Basta piangersi addosso , basta commiserarsi e basta lasciare che le cose vadano alla malora in mano ad incompetenti e strafottenti governanti.
    Qua ci vuole una forza enorme per sdradicare le vecchie radici di una pianta parassita che ha soffocato la nostra terra.
    Fabrizio Federici

    Thumb up 4 Thumb down 2

  • Francesco ha scritto:

    Comunque vadano le cose mi auguro che “il nuovo statuto” venga adottato dalla prossima amministrazione come segno di rispetto nei confronti dei cittadini tarquiniesi e a testimonianza della lealtà nel governo della cosa pubblica, come promesso da tutti in questa campagna elettorale!

    Thumb up 4 Thumb down 1

  • Giovanni de angelis ha scritto:

    Credo semplicemente nello statuto migliorativo della citta’ , come credo fermamente sia arrivato il tempo di gestire tarquinia con lo statuto, sono ancora piu’ convinto che solo una lista civica vera , possa farlo nell’interesse della comunita’ stessa , i comitati di zona e consulte cittadine possano amministrare meglio tarquinia , per questo motivo ringrazio Sandro e tutti coloro che hanno contribuito alla stesura migliorativa dello statuto fermo nei cassetti comunali dal 2003, cocludo dicendo che la somma delle esperienze accresce l’intelligenza, la comunita’ e’ matura peramministrarsi da sola

    Thumb up 2 Thumb down 1

  • francesco micocci

    ..ciao Sandro..abbiamo lavorato insieme 4 mesi allo Statuto e sono d’accordo anche con tutto il resto che hai scritto..all’ultimo momento ho deciso di scendere in campo anche se come sai non è il mio lavoro andare a chiedere i voti in giro..nel futuro, comunque vadano le cose, lo Statuto sarà 1a delle priorità che dovremo insieme portare avanti..1 abbraccio.. 😉 Francesco Micocci

    [Apprezzato :)] Thumb up 9 Thumb down 5

  • Cittadino

    Finalmente!
    Un caldo e accorato appello da chi ha veramente a cuore le sorti di Tarquinia. Una riflessione profonda che seriamente ci mette in guardia e ci spinge a fare delle valutazioni.
    Chi ti conosce ti stima e ti rispetta.
    Sandro, manca la tua fermezza e la tua lungimiranza in questa bolgia elettorale. Manca a Tarquinia e manca alla comunità che ha sete di contare e di valere, come è giusto che sia.

    [Apprezzato :)] Thumb up 12 Thumb down 2

  • Vincenzo

    Ecco chi avrebbe dovuto essere in lista.
    Lungimirante come sempre….

    [Apprezzato :)] Thumb up 8 Thumb down 4

  • Elettore

    Caro Sandro, Tarquinia dovrebbe avere te come amministratore.

    [Apprezzato :)] Thumb up 8 Thumb down 3

  • non è tempo

    Ciao Sandro, in quei mesi in cui tu ci hai coinvolto in quell’entusiasmante lavoro sullo Statuto non privo di diatribe (anche tra noi due nello specifico) per le diverse visioni (che in fin dei conti erano bazzecole rispetto alle grandi questioni che invece condividevamo perfettamente), mi hai aiutato a riflettere moltissimo sul ruolo del cittadino, delle Istituzioni e di come una carta di principi statutari possa stravolgere totalmente il sistema che a tutt’oggi è settario, clientelare e fondato sulle caste ma anche speculativo, in cui il cittadino spesso si mette in una posizione passiva di vittimismo e critica distruttiva, non avendo alcuna possibilità concreta e quindi voglia di interagire o di sentirsi attore protagonista della scena civica. A te va il grande merito della riflessione ideologica sul progetto Statuto, io te ne do atto; senza quella domanda “come vogliamo la nostra Comunità” non avremmo mai potuto trovare il filo conduttore, l’ispirazione. Tuttavia, credo fermamente che non siano ancora maturi i tempi. Siamo ben lontani e si vede. Comunque grazie di tutto e passa per un caffè! Betta

    [Apprezzato :)] Thumb up 6 Thumb down 1

  • Wind to change

    Chi dice che non è tempo? Fate in modo che sia questo il tempo del vero cambiamento tanto auspicato. Noi siamo pronti.

    [Apprezzato :)] Thumb up 9 Thumb down 0

  • cittadinoattivo

    Caro Sandro
    Un po’ in ritardo ti accorgi che a Tarquinia ci sono questi problemi,ci sono stati momenti in cui c’era da difendere questo paese,ma il partito all’ora ti vietava di difenderlo al fianco di quei cittadini che facevano lo sciopero della fame per la centrale a carbone,altri che manifestavano contro la sat , oggi contro talete..Non si può essere attivi soltanto per convenienze elettorali. Quindi alla domanda: “chi difende Tarquinia?”puoi risponderti: io no, io non l’ho fatto, su questi temi io non c’ero, e ringrazio chi c’era al posto mio!
    Buona campagna elettorale!

    Thumb up 3 Thumb down 3

  • Fabrizio Federici

    Caro Sandro, ho letto con entusiasmo la tua lettera di sfogo al Direttore. Complimenti non avrei potuto esprimere meglio anche i miei disappunti . È per questo che stanco di vedere distruggere il Nostro splendido territorio da anni infiniti di cattivo governo, mi sono deciso a scendere in campo. Mi sono candidato con “una macchina da guerra” con il candidato sindaco Gianni Moscherini nella sua lista elettorale Rinascimento. Basta piangersi addosso , basta commiserarsi e basta lasciare che le cose vadano alla malora in mano ad incompetenti e strafottenti governanti.
    Qua ci vuole una forza enorme per sdradicare le vecchie radici di una pianta parassita che ha soffocato la nostra terra.
    Fabrizio Federici

    Thumb up 4 Thumb down 2

  • Francesco

    Comunque vadano le cose mi auguro che “il nuovo statuto” venga adottato dalla prossima amministrazione come segno di rispetto nei confronti dei cittadini tarquiniesi e a testimonianza della lealtà nel governo della cosa pubblica, come promesso da tutti in questa campagna elettorale!

    Thumb up 4 Thumb down 1

  • Giovanni de angelis

    Credo semplicemente nello statuto migliorativo della citta’ , come credo fermamente sia arrivato il tempo di gestire tarquinia con lo statuto, sono ancora piu’ convinto che solo una lista civica vera , possa farlo nell’interesse della comunita’ stessa , i comitati di zona e consulte cittadine possano amministrare meglio tarquinia , per questo motivo ringrazio Sandro e tutti coloro che hanno contribuito alla stesura migliorativa dello statuto fermo nei cassetti comunali dal 2003, cocludo dicendo che la somma delle esperienze accresce l’intelligenza, la comunita’ e’ matura peramministrarsi da sola

    Thumb up 2 Thumb down 1