Prefettura di Viterbo, una nota di chiarimento sulle vicende preelettorali a Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

In relazione all’articolo di stampa apparso su una testata locale, dal titolo “Illegittimo l’utilizzo di candidati di per sé ineleggibili”, la Prefettura con il seguente comunicato precisa che al candidato Sindaco del Comune di Tarquinia Gianni Moscherini, è stato nelle vie brevi rappresentato quanto disposto dal Testo Unico Enti Locali in merito alle ipotesi contemplate dalla normativa come cause di incompatibilità e ineleggibilità dei candidati, distinguendole dalle ipotesi di incandidabilità. Per quanto precede il titolo dell’articolo in questione non risulta corretto.

3 commenti su Prefettura di Viterbo, una nota di chiarimento sulle vicende preelettorali a Tarquinia

  • Chiarire è altra cosa che tutelarsi.
    Io chiedo a qualcuno di buona volontà, e che si assuma la responsabilità di ciò che dice, come deve fare un cittadino elettore a sapere quale è esattamente la situazione dei candidati ( a sindaco e consigliere) – indicati dal signor Moscherini – in base al TUEL riferita alla loro condizione giuridica.
    Semplicemente perché quando si va ad esprimere il proprio voto si sappia con certezza che fine fa la preferenza attribuita al di la del fatto che tutti i candidati sono “presentabili” (si spera).
    Grazie anticipatamente per la risposta.

    [Apprezzato :)] Thumb up 11 Thumb down 1

  • Grazie anche al sig. Moscherini che, molto attento alla vigilanza sui requisiti dei candidati, sicuramente vorrà presentare pubblicamente il proprio certificato dei carichi pendenti prima della data delle elezioni.

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 12

  • Quindi l’intera conferenza stampa di Moscherini?
    La Prefettura non ha preso posizioni ufficiali, ha soltanto illustrato la legge.
    Che poi è quello che possono fare tutti, cioè leggera, è semplice:
    1) la Cenci non è incandidabile, quindi, la commissione elettorale non poteva ricusare la lista
    2) probabilmente (ma non certo) è ineleggibile. Il che significa che alla prima riunione del Consiglio verrà sollevata la questione, lei potrà fare le sue controdeduzioni e, nel caso venga confermata l’ineleggibilità verrà considerata decaduta, entrerà il primo dei non eletti
    3) Se invece, come è certo, è soltanto incompatibile, dovrà scegliere cosa fare e rimuovere il problema dimettendosi da dirigente
    Tutta sta caciara è servita soltanto a coprire le difficoltà in cui si trova l’armata Moscherini e a far guadagnare consensi a Mencarini e Ranucci.
    Bravi bis!!!

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 9

  • luigi

    Chiarire è altra cosa che tutelarsi.
    Io chiedo a qualcuno di buona volontà, e che si assuma la responsabilità di ciò che dice, come deve fare un cittadino elettore a sapere quale è esattamente la situazione dei candidati ( a sindaco e consigliere) – indicati dal signor Moscherini – in base al TUEL riferita alla loro condizione giuridica.
    Semplicemente perché quando si va ad esprimere il proprio voto si sappia con certezza che fine fa la preferenza attribuita al di la del fatto che tutti i candidati sono “presentabili” (si spera).
    Grazie anticipatamente per la risposta.

    [Apprezzato :)] Thumb up 11 Thumb down 1

  • Cometa

    Grazie anche al sig. Moscherini che, molto attento alla vigilanza sui requisiti dei candidati, sicuramente vorrà presentare pubblicamente il proprio certificato dei carichi pendenti prima della data delle elezioni.

    [Non apprezzato] Thumb up 6 Thumb down 12

  • Martina

    Quindi l’intera conferenza stampa di Moscherini?
    La Prefettura non ha preso posizioni ufficiali, ha soltanto illustrato la legge.
    Che poi è quello che possono fare tutti, cioè leggera, è semplice:
    1) la Cenci non è incandidabile, quindi, la commissione elettorale non poteva ricusare la lista
    2) probabilmente (ma non certo) è ineleggibile. Il che significa che alla prima riunione del Consiglio verrà sollevata la questione, lei potrà fare le sue controdeduzioni e, nel caso venga confermata l’ineleggibilità verrà considerata decaduta, entrerà il primo dei non eletti
    3) Se invece, come è certo, è soltanto incompatibile, dovrà scegliere cosa fare e rimuovere il problema dimettendosi da dirigente
    Tutta sta caciara è servita soltanto a coprire le difficoltà in cui si trova l’armata Moscherini e a far guadagnare consensi a Mencarini e Ranucci.
    Bravi bis!!!

    [Non apprezzato] Thumb up 4 Thumb down 9